Colti sul fatto

Ladri in casa di un 25enne ai domiciliari, beccati dai Carabinieri con coltelli e cocaina

I cinque intrusi nell'abitazione di Mantova sono stati denunciati anche per produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti

Ladri in casa di un 25enne ai domiciliari, beccati dai Carabinieri con coltelli e cocaina
Pubblicato:

I materiali rinvenuti addosso ai malviventi sono stati sequestrati, le autorità locali hanno sottolineato l'importanza di questa operazione per la sicurezza della comunità.

Mantova, ladri a casa di un 25enne ai domiciliari

I Carabinieri del NORM della Compagnia di Mantova hanno denunciato cinque persone per reati legati alla produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti, violazione di domicilio e porto di armi e/o oggetti atti ad offendere. L'intervento dei militari è stato richiesto da un cittadino romeno di 25 anni che si trovava agli arresti domiciliari.

Il ragazzo ha chiamato i Carabinieri segnalando la presenza non autorizzata di persone all'interno della sua abitazione. I militari, giunti sul posto, hanno effettivamente trovato i cinque intrusi all'interno della casa. Le cinque persone denunciate, tutte di origine straniera, senza fissa dimora e irregolari sul territorio nazionale, sono state colte in flagrante.

Beccati con coltelli e cocaina

Durante la perquisizione fisica ai malviventi entrati nella proprietà, i Carabinieri hanno rinvenuto un cutter lungo 28 cm con una lama di 10 cm, un coltello da cucina lungo 35 cm con una lama di 20 cm e numerosi involucri di plastica contenenti un totale di 63.57 grammi di sostanza stupefacente, presumibilmente cocaina.

Tutti questi materiali sono stati immediatamente posti sotto sequestro. Le autorità locali hanno sottolineato l'importanza di questa operazione per la sicurezza della comunità. L'intervento tempestivo dei Carabinieri ha permesso non solo di fermare un'attività illecita, ma anche di restituire tranquillità a un cittadino che stava rispettando una misura cautelare.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali