Aziende cinesi ancora nel mirino dei Carabinieri

Riscontrate nuove irregolarità in un laboratorio tessile di Borgo Mantovano.

Aziende cinesi ancora nel mirino dei Carabinieri
Sotto il Po, 28 Marzo 2018 ore 16:34

Aziende cinesi: condizioni igienico-sanitarie precarie, violazione delle normative in materia della sicurezza nei luoghi di lavori e cinque lavoratori irregolari. Queste le irregolarità riscontrate in un’azienda tessile cinese di Borgo Mantovano.

Aziende cinesi ancora irregolarità

Continuano i controlli da parte delle Forze dell’Ordine delle aziende cinesi nel territorio Mantovano. Dopo le ultime infrazioni rilevate a Canneto sull’Oglio, precedute da quelle a Sabbioneta e San Martino dall’Argine e quelle riscontrate a Viadana, a Mariana Mantovana e a Villa Poma i controlli sono continuati a Borgo Mantovano.

Una persona denunciata

In Borgomantovano, i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Gonzaga, unitamente ai militari delle Stazione Carabinieri dipendenti coadiuvati dall’ufficio tecnico del Comune di Villa Poma e dal personale dell’Agenzia Tutela Salute ValPadana di Ostiglia, hanno denunciato una 53 enne cinese titolare di un laboratorio tessile.

Attività sospesa

Nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello sfruttamento della manodopera clandestina, sono emerse delle problematiche inerenti alle condizioni igienico-sanitarie precarie, alle violazioni delle normative in materia della sicurezza nei luoghi di lavoro nonché alla presenza di cinque lavoratori irregolari sul Territorio Nazionale. Il personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro Carabinieri di Mantova, ha elevato delle sanzioni amministrative a carico del titolare per un importo di 9.500 euro. Disposta inoltre l’immediata sospensione dell’attività.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia