Mantova

Ecco "Regalo sospeso": doni natalizi per i bambini ricoverati in Pediatria

L'iniziativa grazie a una donatrice, a Unicef e Clementoni negli ospedali di Mantova, Asola e Pieve di Coriano

Ecco "Regalo sospeso": doni natalizi per i bambini ricoverati in Pediatria
Pubblicato:

Arriva l'iniziativa "Regalo sospeso": doni natalizi ai bambini ricoverati nelle Pediatrie degli ospedali di Mantova, Asola e Pieve di Coriano.

Doni per i bambini ricoverati in ospedale

Grazie alla generosità di una donatrice mantovana e all’iniziativa di Unicef Italia, il progetto "Regalo sospeso" arriva anche al Poma: 40 valigette speciali verranno messe a disposizione dei piccoli pazienti delle Pediatrie degli ospedali di Mantova, Asola e Pieve di Coriano.

La facciata dell'ospedale di Mantova
La facciata dell'ospedale di Mantova

Ancora una volta, la mantovana Federica Miliari ha scelto di rendere più significativi suoi auguri natalizi attraverso un’iniziativa solidale: lo scorso dicembre, anziché donare oggetti, ha preferito consegnare piccole pergamene, a testimonianza della sua adesione all’iniziativa Regalo sospeso di Unicef Italia.

Cos'è l'iniziativa "Regalo sospeso"

Regalo sospeso è un progetto ideato dai giovani volontari Younicef, che si ripete ormai da tre anni nel periodo delle festività natalizie. È realizzata da Unicef Italia in collaborazione con Clementoni, la nota azienda marchigiana produttrice di giocattoli, in favore di bambine e bambini ospiti di strutture ospedaliere o di case-famiglia in Italia e di bambine e bambini vulnerabili di altre parti del mondo.

L'ingresso dell'ospedale di Asola
L'ingresso dell'ospedale di Asola

I regali sospesi sono “speciali cofanetti regalo” creati da Clementoni e illustrati dallo street artist romano Merioone, dedicati al tema dei diritti dell'infanzia. Ogni cofanetto, realizzato con materiali di riciclo, contiene pennarelli, un activity book, un puzzle e un gioco memo.

A fronte di una donazione, un corrispondente quantitativo di regali sospesi viene consegnato da UNICEF Italia a una struttura ospedaliera o ad una casa-famiglia, mentre i fondi donati vendono destinati al sostegno di programmi per l’istruzione sviluppati da UNICEF (internazionale).

In due anni consegnati 4mila e 500 cofanetti

Uno scorcio dell'ospedale di Pieve di Coriano
Uno scorcio dell'ospedale di Pieve di Coriano

Negli anni 2021 e 2022, complessivamente, sono stati consegnati 4mila e 500 cofanetti; tra il dicembre 2023 e l’inizio del 2024 sono state effettuate consegne in tutta Italia: presso l’Istituto G. Gaslini di Genova, la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma, il Presidio Materno - Infantile "G. Salesi" di Ancona, il Reparto dell'Azienda Ospedaliera S. Michele dell’ARNAS G. Brotzu di Cagliari ed altre strutture ospedaliere, oltre che presso strutture di accoglienza. Per altre informazioni sul Regalo sospeso, si può consultare il sito www.unicef.it.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali