San Giorgio Bigarello

Sorpresa: durante i lavori a San Giorgio Bigarello spuntano altre due antiche tombe

I reperti venuti alla luce in via Caselle, nel corso del cantiere di ampliamento della mensa della scuola elementare Montalcini

Sorpresa: durante i lavori a San Giorgio Bigarello spuntano altre due antiche tombe
Pubblicato:

Trovate a San Giorgio Bigarello altre due antiche tombe con scheletri: risalgono al Medioevo. I resti recuperati e affidati alla Soprintendenza.

Trovate due tombe medievali

Sorpresa: dal sottosuolo di San Giorgio Bigarello spuntano altre due antiche tombe. Si tratta di due tumulazioni risalenti al periodo medievale che sono emerse alcuni giorni fa durante i lavori di ampliamento della mensa della elementare Montalcini a Mottella di San Giorgio Bigarello. La zona si trova in via Caselle.

Durante i saggi e gli accertamenti svolti proprio per verificare l'eventuale presenza di sepolture o reperti archeologici, sono venute alla luce le due tombe. Tutta l'operazione, come succede da prassi in questi casi, è stata seguita dal personale della Soprintendenza e alla presenza del sindaco Beniamino Morselli.

Scheletri in entrambe le sepolture

In entrambe le tombe, che appunto vengono fatte risalire al periodo medievale, è stata registrata la presenza di due scheletri: uno per ciascuna sepoltura.

I resti sono stati recuperati dalla Soprintendenza e portati nei magazzini del Museo di Mantova, in attesa degli ulteriori accertamenti ed interventi a cui saranno sottoposti.

Nel corso delle operazioni di scavo delle tombe e recupero dei resti, i lavori di ampliamento della mensa scolastica sono stati sospesi alcuni giorni, dopodiché sono ripartiti in modo regolare.

Due mesi fa trovate le tombe dell'Età del Rame

Il territorio comunale di San Giorgio Bigarello, come noto, ormai da tempo sta offrendo agli archeologi ritrovamenti decisamente importanti. Solamente due mesi fa, in via Tobagi, nel corso del cantiere per la riqualificazione dell'area verde, erano venute alla luce tumulazioni risalenti a 5mila anni fa - l'Età del Rame. Due di tali tumulazioni erano perfettamente conservate, con gli scheletri al loro interno del tutto intatti.

La scuola vicino alla quale sono stati trovati i resti di età medievale:

Ma, più importante di tutti, il ritrovamento dei celebri "Amanti di Valdaro": i due scheletri abbracciati nella stessa tumulazione, risalenti al Neolitico, furono rinvenuti nel 2007 per l'appunto in zona Valdaro, sempre nel territorio comunale di San Giorgio Bigarello.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali