Tempo libero
Eventi da non perdere

Cosa fare a Mantova e provincia: gli eventi del weekend (13-14 novembre 2021)

La consueta selezione di appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo.

Cosa fare a Mantova e provincia: gli eventi del weekend (13-14 novembre 2021)
Tempo libero Mantova, 12 Novembre 2021 ore 11:12

Gli appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo a Mantova e provincia. Ecco i nostri consigli per sabato 13 e domenica 14 novembre 2021.

Gli eventi da non perdere

MANTOVA - Biblioteca Baratta. Presentazione del libro “Le cose a metà” di Marina Martelli

  • Venerdì 12 novembre, alle 18.30

Venerdì 12 novembre 2021, alle 18.30 nella Sala delle Colonne della Biblioteca Baratta, in corso Garibaldi 88, la scrittrice Marina Martelli presenterà il suo nuovo romanzo “Le cose a metà” (Panda Edizioni, 2021), vincitore del Premio Letterario Nazionale Giorgione Prunola 2020, nell’ambito della rassegna “Vi presento il mio libro. Ogni autore ha bisogno del suo pubblico, ogni storia deve essere raccontata”. Dialogherà con l’autrice Pier Giorgio Gobbi.
“Eleonora, Emma e Filippo sono tre fratelli ormai grandi – spiega una nota del libro –, con le loro vite, le loro famiglie, e le loro distanze, fisiche e caratteriali. Ma un evento luttuoso, la morte della madre, li costringe a tornare vicini, almeno per un breve periodo. Eleonora è presa dai ricordi, sfoglia vecchie foto
mentre deve decidere, insieme al fratello e alla sorella, che fare dei beni materni. Quand'ecco che un volto sconosciuto sembra emergere dal passato. Un romanzo che parla di perdita e di sentimenti antichi, ma anche di amore ed equilibri difficili, di scelte dubbie e tanta tenerezza”.
L’incontro è libero e gratuito. Per partecipare è consigliata la prenotazione a barattapiu@comune.mantova.gov.it (Tel.0376-352732) ed essere in possesso di green pass.

SAN MARTINO DALL'ARGINE - Chiesa Castello. X edizione della Fiera del Libro del Territorio Oglio-Po

  • sabato 13 novembre 2021, dalle 15 alle 19
  • domenica 14 novembre 2021, dalle 21.30 alle 13 dalle 15 alle 19

La Società Storica Viadanese, il Coordinamento Territoriale delle Pro Loco e il Comune di San Martino dall’Argine organizzano, sabato 13 e domenica 14 novembre, la X edizione della Fiera del Libro del Territorio Oglio-Po. L'evento si tiene quest'anno presso la Chiesa Castello di San Martino d/A. Hanno aderito alla fiera numerosi e qualificati espositori, tra cui enti pubblici, Pro Loco e associazioni culturali delle province di Mantova e Cremona. Un piccolo “Festivaletteratura” dell’Oglio Po nel quale i visitatori, gli appassionati e gli studiosi possono acquistare quanto prodotto dall’editoria territoriale e dai soggetti che hanno promosso edizioni di ogni genere inerenti ai comuni del distretto.

Oltre agli stands espositivi, nei pomeriggi di sabato e di domenica, nella sala conferenze ci sarà un ricco calendario di presentazioni di novità editoriali e di tesi di laurea proposti dalle associazioni, dagli editori e da singoli autori. Molti i relatori del territorio come Mauro Acquaroni, Luigi Cavatorta, Ermanno Finzi, Claudio Fraccari, Letizia Frigerio, Emanuele Gualerzi, Giancarlo Malagutti, Francesco Osini, don Umberto Zanaboni. Si parlerà di figure note come don Primo Mazzolari e di argomenti come i musei, l’ebraismo, la politica, il dialetto, la religione e i fumetti. In programma anche una visita guidata alle bellezze artistiche di San Martino (domenica pomeriggio alle 14.30).

La fiera gode del patrocinio dell'UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco d'Italia) ed è un’opportunità per gli appassionati di lettura che vi potranno trovare libri nuovi e fuori commercio, non solo di storia locale ma anche romanzi, racconti, poesie, ecc. di autori del territorio compreso e attiguo ai due grandi fiumi.

La manifestazione sarà inaugurata alla presenza delle autorità istituzionali e dei responsabili delle associazioni locali sabato 13 novembre alle ore 16. L'ingresso all’area degli stands e a quella delle conferenze è libero e gratuito. Obbligatoria la Certificazione verde antiCovid.

MANTOVA - 7° edizione di “Illumina Novembre”

  • Sabato 13 novembre 2021, dalle 20 alle 24 

Anche il Comune di Mantova aderisce all’iniziativa “Illumina Novembre 2021”, promossa da Alcase Italia, illuminando di colore bianco la Fontana di Corso Vittorio Emanuele II – Largo Pradella nella sera di sabato 13 novembre, dalle 20 alle 24. Il fine è quello di informare e contribuire ad una campagna di sensibilizzazione relativamente alla neoplasia polmonare.
“Illumina Novembre 2021 è un appuntamento fondamentale – ha spiegato la presidente dell’organizzazione non-profit Alcase Italia Odv, Deanna Gatta – per catturare l’attenzione dell’opinione pubblica sui progressi della medicina oncologica in ambito polmonare”.
Lo scorso anno hanno aderito alla campagna 106 comuni: città metropolitane, capoluoghi di regione e provincia, grandi e piccoli centri urbani. Chi, come Mantova, anche quest’anno aderirà all’invito di Alcase di illuminare di bianco uno spazio pubblico, contribuirà dunque alla campagna di informazione e sensibilizzazione sul tema.

Alcase, da oltre 20 anni, porta avanti la sua missione mediante progetti di prevenzione, supporto e d’informazione ai malati, oltre ad organizzare periodicamente eventi aperti al pubblico, con lo scopo di sensibilizzare e raccogliere fondi. Info: www.alcase.eu e www.alcase.eu/illumina-novembre-2021.

MANTOVA -  Circolo Arci Tom. Spettacolo teatrale "Troiane"

  • Domenica 14 novembre 2021 h. 21.00

Dal 4 al 21 novembre 2021 in programma il tour dello spettacolo della compagnia torinese Fools che usa il linguaggio musicale come parte fondamentale dell'atto teatrale. Il 14 novembre lo spettacolo farà tappa a Mantova, presso il Circolo Arci Tom, proseguendo poi con nove repliche fra Piemonte e Lombardia .

Fa tappa anche a Mantova la tournée di Troiane, l’ultimo spettacolo dei Fools che attualizza il classico di Euripide mettendo al centro la figura femminile: il 14 novembre lo spettacolo andrà in scena presso il Circolo Arci Tom in Piazza Tom Benetollo 1, alle ore 21. La tournée proseguirà per tutto il mese di novembre con nove repliche fra Piemonte e Lombardia.
Troiane di Euripide è una delle prime opere nella storia della drammaturgia a narrare la resistenza, eroica e disperata, degli sconfitti. Troiane dei Fools riscrive la tragedia originale mettendo in secondo piano il punto di vista maschile per mostrare il dolore di chi invece, spesso, subisce maggiormente la follia dell’invasore. La presa di Troia è infatti il pretesto per dare voce a cinque donne stravolte dalla guerra: madri, mogli e figlie, sono loro a sostenere il supplizio più grande per garantire la sopravvivenza della comunità e la promessa di riscatto per il proprio popolo.

ASOLA - Le maioliche di pregio gonzaghesche

  • Domenica 14 novembre, h.16

Per la rassegna "Mix storia tra arte e antropologia" domenica 14 alle h. 16.00 l'appuntamento è presso il Museo Civico G.Bellini di Asola.

Per maggiori informazioni contattare lo 0376 733075 oppure inviare una mail a museo@comune.asola.mn.it

MANTOVA, Fondazione Palazzo Te. "Project room Sonografie"

  • Fino al 19 dicembre

Dal 25 settembre al 19 dicembre 2021, i Tinelli di Palazzo Te ospitano la terza edizione della project room Sonografie, il progetto di ricerca ideato da Fondazione Palazzo Te con il Maestro Leonardo Zunica che indaga il rapporto tra musica e pittura.
Sonografie 2021 presenta al pubblico l’installazione Limen di Paolo Cavinato in dialogo con l’ambiente sonoro del compositore Stefano Trevisi.
Negli ultimi anni la ricerca artistica di Paolo Cavinato si è sviluppata attraverso varie discipline, impiegando tecniche e linguaggi diversi, dalla fotografia al disegno fino alla elaborazione grafica o digitale, giungendo alla realizzazione di grandi installazioni così come alla creazione di oggetti di piccolo formato.
L’esposizione pensata per lo spazio dei Tinelli propone un’esperienza estetica amplificata e multisensoriale: accolto in uno spazio in penombra, già dalla soglia, lo spettatore è attirato da elementi luminosi e da suoni emessi sia dalle opere a parete che dalle installazioni a terra.

CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

MANTOVA. Palazzo Ducale e Museo Archeologico Nazionale di Mantova

Palazzo Ducale e Museo Archeologico Nazionale di Mantova hanno riaperto al pubblico da martedì 27 aprile 2021, ripristinando il consueto periodo di apertura settimanale dal martedì alla domenica, con giorno di chiusura settimanale fissato al lunedì, in linea con le precedenti disposizioni. I visitatori potranno dunque presto tornare a godere delle splendide sale della reggia dei Gonzaga e del suo capolavoro più noto, la Camera degli Sposi di Andrea Mantegna. Le prenotazioni sono già aperte sul sito ducalemantova.vivaticket.it.

Il percorso di visita resterà quello già sperimentato durante le scorse aperture, ovvero con ingresso da piazza Castello e uscita da Corte Vecchia in piazza Sordello. Come già nei mesi dell’anno, sarà necessario passare in biglietteria per la misurazione della temperatura e per ritirare il biglietto. L’unica importante novità riguarderà il sabato e la domenica: in ottemperanza alle indicazioni governative sarà necessario prenotare la visita entro il giorno precedente. Nell’ottica di evitare gli assembramenti e le lunghe code, infatti, è stato previsto l’obbligo di prenotazione nel weekend con almeno 24 ore di anticipo. Gli orari di apertura sono gli stessi dell’ultimo periodo, dal mattino alle 8.45 fino alle 19.15 di sera (con la biglietteria che chiude i battenti alle 18.15).

CLICCA QUI PER TUTTE LE INFORMAZIONI

I capolavori della Chiesa di San Maurizio in esposizione a Palazzo Ducale: il percorso di visita della reggia dei Gonzaga si arricchisce di tre importanti dipinti del Seicento provenienti dalla chiesa in via Chiassi.
Mantova -  I capolavori della Chiesa di San Maurizio in esposizione a Palazzo Ducale

La chiesa di San Maurizio a Mantova è chiusa al pubblico in seguito al terremoto del 2012 ed è attualmente interessata da lavori di restauro conservativo a cura della Soprintendenza. Il 10 settembre 2014 numerose opere d’arte che ornano la splendida chiesa di via Chiassi sono state depositate in Palazzo Ducale, per metterle al sicuro da possibili danni o da furti.

In attesa della conclusione dei lavori e per arricchire il suo percorso di visita in vista della prossima riapertura, Palazzo Ducale di Mantova ha progettato l’esposizione al pubblico di una selezione di queste opere, tra cui spicca un grande capolavoro. Con la collaborazione della Soprintendenza ABAP delle Province di Cremona, Lodi e Mantova, la Direzione di Palazzo Ducale ha scelto di collocare tre tele di generose dimensioni lungo la galleria di Santa Barbara, in corrispondenza del tratto di corridoio progettato dall’architetto neoclassico Paolo Pozzo.

CLICCA QUI PER TUTTE LE INFORMAZIONI

Mantova. Il Mito di Venere a Palazzo Te

  • Fino al 12 Dicembre
© Fondazione Palazzo Te | Giulio Romano e allievi, Venere alla guida di un carro indica Psiche ad Amore, Camera di Amore e Psiche, 1527, olio su intonaco su supporto ligneo. Mantova, Palazzo Te I Ph. Gian Maria Pontiroli

Dal 26 Aprile 2021 al 12 Dicembre 2021 A Palazzo Te (Viale Te 13) si terrà la mostra Il mito Venere a Palazzo Te .Il percorso è arricchito dall’esposizione di due opere legate alla produzione di Giulio Romano in prestito da Palazzo Ducale di Mantova: la scultura Afrodite velata, appartenuta all’artista e fonte di ispirazione per la Venere in stucco del soffitto della Camera del Sole e della Luna, e l’arazzo con una ninfa spiata da un satiro in un giardino dove numerosi putti giocano eseguito da tessitori fiamminghi su disegno di Giulio.

Nell’ambito delle manifestazioni dedicate al mito di Venere, la proposta di un itinerario tematico all’interno di Palazzo Te alla scoperta di Venere è un’avventura avvincente: sala per sala, l’effigie della dea spicca tra le altre figurazioni ideate da Giulio Romano e allievi, grazie al potenziamento e a un orientamento dell’impianto di illuminazione, studiato ad hoc con la collaborazione di iGuzzini.

La mostra Il mito di Venere a Palazzo Te è curata da Claudia Cieri Via e si avvale di uncomitato scientifico composto da Stefano Baia Curioni, Francesca Cappelletti, Claudia Cieri Via e Stefano L’Occaso.

Il progetto espositivo si inserisce nel programma annuale Venere divina. Armonia sulla terra - ideato da Fondazione Palazzo Te per completare una riflessione sul femminile avviata nel 2018 con la mostra Tiziano/Gerhard Richter. Il Cielo sulla Terra e proseguita nel 2019 con Giulio Romano: Arte e Desiderio - è organizzato da Fondazione Palazzo Te e Museo Civico di Palazzo Te, promosso dal Comune di Mantova con il patrocinio del MiC, con il contributo di Fondazione Banca Agricola Mantovana e con il supporto di Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani e di iGuzzini.
PER MAGGIORI INFORMAZIONI http://www.fondazionepalazzote.it

Mantova - Camera degli Sposi del Castello di San Giorgio

  • fino a dicembre 2025
A tre anni dal terremoto che danneggiò la torre nord-est del Castello di San Giorgio, la Camera Picta di Andrea Mantegna ha riaperto al pubblico nell'aprile del 2015. Il capolavoro rinascimentale torna a far parte del patrimonio artistico italiano accessibile ai visitatori dopo i lavori di adeguamento strutturale e antisismico dell'area danneggiata.

In questa occasione è stato presentato il nuovo allestimento degli ambienti del Castello che viene ulteriormente valorizzato dall’esposizione di straordinari pezzi della collezione Romano Freddi, nota a livello internazionale, frutto di un accordo dell’imprenditore con la Soprintendenza. Si tratta di un patrimonio che concerne in gran parte l’eredità delle collezioni gonzaghesche, costituito da dipinti, bronzetti, maioliche, armi, arredi e manufatti che raccontano la poliedrica cultura della corte mantovana, magnificente anche negli aspetti più quotidiani della vita di corte. Sono beni recuperati con grande caparbietà, durante tutta la sua esistenza, dal collezionista mantovano, omogenei e pertinenti alle stanze del Castello che contribuiranno ad arricchire.