sostegno

Crisi sanitaria: secondo bando per il commercio e le microimprese di Gonzaga

Possono presentare domanda anche i titolari di attività miste, che sono state parzialmente sospese in occasione del lockdown.

Crisi sanitaria: secondo bando per il commercio e le microimprese di Gonzaga
Mantova, 04 Novembre 2020 ore 15:58

La giunta comunale ha deliberato la pubblicazione di un secondo bando per l’erogazione di risorse a fondo perduto destinate alle attività commerciali e alle microimprese con sede nel comune di Gonzaga.

Crisi sanitaria: secondo bando per il commercio e le microimprese

Possono presentare domanda anche i titolari di attività miste, che sono state parzialmente sospese in occasione del lockdown dichiarato all’inizio della pandemia.

Si tratta di fattispecie di negozi diffuse soprattutto nei piccoli e medi centri, caratterizzate dalla compresenza di due o più tipologie commerciali, che hanno subito un danno parziale durante il lockdown avendo sospeso un solo ramo di attività.

“Con i fondi residuali del precedente bando” spiega la sindaca Elisabetta Galeotti “intendiamo ampliare la platea delle categorie commerciali e delle microimprese che possono trarre beneficio dalle risorse straordinarie stanziate dal Comune”.

Bando pubblicato sul sito del comune

Il contributo riconosciuto una tantum e a fondo perduto ammonta, al netto lordo degli oneri fiscali, a € 400,00 come quota fissa, incrementato di ulteriori € 400,00 per le imprese che sostengono oneri derivanti da affitto o da mutuo. Il bando è pubblicato sul sito www.comune.gonzaga.mn.it e sarà in vigore fino 16 novembre.
Il contributo è cumulabile con le altre misure contributive ed agevolazioni emanate su scala nazionale e regionale per fronteggiare l’attuale crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria da COVID-19.
Nell’ambito delle iniziative a supporto del tessuto economico e sociale, la giunta guidata da Elisabetta Galeotti sta inoltre valutando forme peculiari di agevolazione per le realtà che esercitano all’interno di strutture di proprietà comunale a fronte di corresponsione di affitto, come le associazioni sportive e la società Fiera Millenaria.

Nel salone di bellezza scoperte titolare e cliente senza mascherina

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia