Menu
Cerca
Suzzara

Tenta il furto sul treno ma sceglie la vittima sbagliata: scattano le manette per un 19enne

Le accuse sono tentata rapina impropria e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. 

Tenta il furto sul treno ma sceglie la vittima sbagliata: scattano le manette per un 19enne
Cronaca Mantova, 08 Marzo 2021 ore 10:51

È accaduto tutto nella giornata di sabato.

Weekend impegnativo per i Carabinieri di Gonzaga

I carabinieri dipendenti la Compagnia di Gonzaga, nel corso di mirati servizi di controllo del territorio, coordinati dal Comando Provinciale carabinieri di Mantova, hanno arrestato due persone, in due distinti episodi, per il reato di tentata rapina impropria, e hanno denunciato un cittadino straniero per aver esibito una falsa patente di guida.

Inoltre, in diversi punti della provincia, i Carabinieri hanno sanzionato 9 giovani per il mancato rispetto delle norme sugli spostamenti tra comuni, in violazione della normativa volta a prevenire il contagio da covid-19.

LEGGI ANCHE: Entra in casa di una coppia per rubare della selvaggina, poi li minaccia per scappare

19enne tenta il furto sul treno

In Suzzara, sabato sera, a bordo del treno della tratta Mantova – Modena C.G., 19enne di Suzzara, in evidente stato di alterazione psico-fisica dovuta all’assunzione di stupefacenti ed alcool, in compagnia di un complice in corso di identificazione poiché sceso qualche fermata prima, distraendo un viaggiatore che stava facendo rientro presso la propria abitazione, si sono impossessati del suo telefono cellulare tentando successivamente un’inutile fuga all’interno del convoglio. La vittima, con l’ausilio del capotreno che ha tempestivamente allertato i Carabinieri di Gonzaga, è riuscita a raggiungere il giovane malvivente che dopo spintoni e minacce ha lasciato cadere a terra il cellulare rubato poco prima.

Fermato in stazione dai Carabinieri

A quel punto però, dato che il treno era giunto presso la stazione ferroviaria di Suzzara, il giovane, sceso dal treno, è stato subito raggiunto dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Gonzaga che, a fatica e riportando lievi escoriazioni ai polsi, sono riusciti a trattenerlo nonostante cercasse in tutti i modi di divincolarsi.

Arrestato e condotto in carcere

Dopo gli approfondimenti di rito presso la caserma di via Ferrante Gonzaga a Gonzaga e la telefonata al P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Mantova, il giovane è stato dichiarato in stato di arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Mantova. Nei prossimi giorni risponderà davanti al GIP del Tribunale di Mantova delle accuse di tentata rapina impropria e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli