Operazione Notte di Halloween: 3 arresti e 23 denunce nel Mantovano

Una notte particolarmente movimentata...

Operazione Notte di Halloween: 3 arresti e 23 denunce nel Mantovano
01 Novembre 2018 ore 17:17

Nella notte di Halloween, ricorrenza di tradizione anglosassone, ormai diffusa anche nel nostro Paese, i Carabinieri del Comando Provinciale di Mantova, dopo un’accurata attività info-investigativa, hanno realizzato un’oculata azione sinergica finalizzata a rendere più sicuri i festeggiamenti nonché ad aumentare la percezione di sicurezza dei cittadini contrastando in particolare i reati predatori.

Notte di Haloween

L’operazione sviluppata in larga scala, condotta sulla città di Mantova (piazza Cavallotti, piazza Don Leoni nonché i quartieri di Lunetta e Dosso del Corso), hinterland e intera provincia, è scattata nella tarda serata di ieri, con un intervento simultaneo e coordinato di 90 pattuglie dell’Arma, per un impegno complessivo di 200 militari operanti. Obiettivo principale dell’azione è stato quello di controllare gli esercizi pubblici – tra i quali anche quelli per la rivendita di giochi e materiale utilizzato per la festività – ponendo, altresì, sotto particolare lente d’osservazione lo spaccio di stupefacenti e la diffusione dell’abuso di alcool procedendo, nel contempo, ad assicurare la regolare circolazione veicolare attraverso mirati controlli su strada nei confronti di automezzi e soggetti in transito.

In ordine ai risultati ottenuti, si registrano: 3 arresti e 23 denunce in stato di libertà; 1 sequestro di droga; l’elevazione di 17 contravvenzioni al Codice della Strada, per un valore di 2.900 euro e la decurtazione di 93 punti; 29 esercizi di pubblico ritrovo controllati; identificati 396 soggetti e 219 mezzi.

In merito alle persone poste in stato di privazione della libertà personale, si specifica che:

  • un cittadino extracomunitario, pluripregiudicato, è stato tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, in quanto trovato in possesso di quasi un etto di droga, tipo cocaina, nonché di bilancini e sostanze da taglio, unitamente a 2.000 euro probabili provento di spaccio (sostanze e quant’altro posti sotto sequestro);
  • un cittadino extracomunitario maliano è stato tratto in arresto per rapina, a seguito delle lesioni procurate ad un altro straniero di nazionalità gambiana, che ha aggredito con un’arma da taglio, al fine di sottrargli un tablet del valore di circa 500 €;
  • un cittadino extracomunitario, pregiudicato, responsabile di reati contro il patrimonio è stato tratto in arresto, in esecuzione di specifica ordinanza del Tribunale dei Minorenni di Brescia.

I tre arrestati sono stati associati in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In relazione alle denunce, si specifica che:

  • un italiano cinquantenne ed un cittadino indiano sono stati deferiti per furto aggravato all’interno di supermercati;
  • quattro italiani incensurati sono stati deferiti per ricettazione di una bicicletta e di un telefono cellulare risultati oggetto di furto;
  • quattro soggetti italiani pregiudicati sono stati deferiti per aver commesso truffe on-line;
  • quattro conducenti sono stati deferiti per guida in stato di ebbrezza alcoolica;
  • un cittadino extracomunitario pregiudicato deferito per spendita di banconote false,

Contraffazioni

Avuto riguardo all’azione di repressione e contrasto alla diffusione e vendita di prodotti contraffatti, sono stati effettuati controlli anche nei confronti di rivendite che proponevano gadget per la festa (maschere, finte zucche, ecc..) per verificare che tutti i prodotti in vendita fossero conformi alle leggi in materia, con il marchio CE originale e non contraffatto per la tutela dei minori. Al momento, non sarebbero state riscontrate violazioni in ragione delle verifiche operate, anche se i complessi accertamenti incrociati sono tuttora in corso. L’azione dell’Arma si è estesa con controlli specifici atti a verificare la vendita di alcolici a minori, in tutta la provincia ed in particolare nel centro storico di Viadana e in un locale di Marsiletti di Goito dove era stata preventivata una grande affluenza di circa 1000 giovani per i festeggiamenti della “Notte di Halloween”.  

La proiezione di personale dell’Arma dei Carabinieri sul territorio continuerà incessantemente anche nei prossimi giorni sia nel capoluogo che in tutta la provincia, nell’intesa che prioritari per la “Benemerita” rimangono i comuni obiettivi di contrasto ai reati “predatori” – in particolare se interessanti i soggetti deboli – e allo sfruttamento del lavoro nero, non trascurando ovviamente qualsivoglia altra tipologia di illegalità volta a incidere negativamente sulla società mantovana.

Queste le parole del Comandante Provinciale, Colonnello Fabio Federici, circa l’intera ed articolata attività svolta nella decorsa nottata:

Il servizio di controllo straordinario condotto la notte scorsa dai Carabinieri del Comando Provinciale di Mantova, nell’ambito del capoluogo ed esteso a tutto il territorio provinciale, è stato programmato con l’intento di essere vicino al cittadino, al fine di poter garantire maggiore tranquillità in una notte che, da diversi anni, vede protagonisti i nostri giovani ed adolescenti di tutte le età. La presenza dell’Arma mantovana è stata indirizzata al controllo a quei esercizi pubblici solitamente luoghi di ritrovo per giovani, alla circolazione stradale nonché al contrasto di possibile spaccio di stupefacenti. Nella giornata, inoltre, pool specifici hanno eseguito accertamenti ed indagini che hanno consentito di denunciare vari truffatori operanti nel web,  non trascurando le indagini nei confronti di autori di reati contro il patrimonio, con varie deferimenti in stato di libertà per furti, rapine e ricettazione. Confermo, quindi, il primario obiettivo dell’Arma, ossia incidere concretamente sul senso diffuso di insicurezza che permea la società, orientando, conseguentemente, l’intera struttura provinciale verso il contrasto dei delitti maggiormente avvertiti dai cittadini come lesivi, reiterando l’azione coordinata – nell’intero territorio  mantovano e mediante anche specifiche “task force” di rapido e qualificato intervento – nel tempo e non limitandola a semplici ed episodici interventi”.

LEGGI ANCHE: Belforte dà l’addio alla piccola Vittoria

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia