Morta durante educazione fisica a 14 anni: “Non c’erano malformazioni”

Mentre si attendono risposte ufficiali dall'autopsia emerge che Vittoria non aveva alcuna malformazione diagnosticata.

Morta durante educazione fisica a 14 anni: “Non c’erano malformazioni”
Mantova, 28 Ottobre 2018 ore 11:49

Morta durante l’ora di educazione fisica a soli 14 anni: l’autopsia getta ulteriori interrogativi sulla morte della giovanissima Vittoria.

Morta durante educazione fisica

La tragedia improvvisa che ha investito Gazzuolo e la frazione di Belforte non trova risposte neppure dopo l’autopsia, eseguita sul corpo della 14enne Vittoria Baruffi. Un malore fatale ha stroncato la sua vita nella tarda mattinata di venerdì, mentre con i compagni di classe del Virgilio, stava svolgendo l’ora di educazione fisica sul Lungolago Gonzaga. La Procura di Mantova intende fare chiarezza sulle motivazioni intorno alla morte della piccola Vittoria, morta improvvisamente e, apparentemente, senza un perché.

Non c’erano malformazioni

La risposta definitiva potrebbe arrivare dai risultati dell’esame autoptico, nel frattempo tutti si chiedono come sia possibile questa tragedia improvvisa considerando che alla giovanissima Vittoria non erano mai state diagnosticate malformazioni e non vi erano problemi collegabili al decesso. 

Una ragazza unica

Una ragazzina unica: attiva come volontaria in oratorio, parrocchia, biblioteca e associazioni. Colta, interessata, appassionata di teatro, intelligente e diligente: terminato con il massimo dei voti il percorso alle scuole medie si stava già distinguendo al liceo classico di Mantova. Un perdita che non trova ragioni, dolorosamente incomprensibile, soprattutto per chi resta senza il sorriso degli splendidi 14 anni di Vittoria.

LEGGI ANCHE: Festa della lumera, zucche protagoniste

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia