Elaborazione3D

L’ospedale di Pieve di Coriano si rinnova e si rilancia con la nuova TAC

Esami qualitativamente migliori ma anche meno invasivi.

L’ospedale di Pieve di Coriano si rinnova e si rilancia con la nuova TAC
Sotto il Po, 04 Ottobre 2020 ore 10:59

L’ospedale di Pieve di Coriano si rinnova e si rilancia con la nuova TAC che offre una definizione molto più alta con ottima capacità di elaborazione 3D.

Nuova TAC all’ospedale di Pieve di Coriano

Esami meno invasivi e diagnosi più veloci e puntuali: questi gli obiettivi e i vantaggi che la nuova TAC porterà all’ospedale di Pieve di Coriano. Un investimento importante, parliamo di una cifra che oscilla tra i 300 e i 400mila euro, voluto fortemente dalla Regione e dall’Asst Carlo Poma, per rinforzare e modernizzare un ospedale di frontiera, punto di riferimento anche per i vicini territori veneti ed emiliani.

Esami meno invasivi

Un apparecchio a 128 strati, rispetto ai 16 di quello precedente, che offre una definizione molto più alta con ottima capacità di elaborazione 3D, permettendo anche di fotografare organi in movimento, quali ad esempio quelli dell’apparato cardiocircolatorio.

Esami qualitativamente migliori ma anche meno invasivi, dal momento che presso l’ospedale lombardo sarà ora possibile effettuare Cardio Tc, Angio Tc coronarica o colonscopia virtuale, permettendo così ai pazienti di non sottoporsi a controlli e operazioni decisamente più scomodi e fastidiosi. Una tecnologia certamente innovativa e all’avanguardia, che non vuole portare solamente nuovi pazienti e innalzare il reparto a livello di utenza ma anche a livello lavorativo, incentivando nuovi professionisti a proporsi, per portare nella struttura medici giovani desiderosi di affermarsi e di imparare a utilizzare macchinari tecnologicamente adeguati.

All’esame della patente con aiutino “hi-tech”: denunciato

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia