Funerali di Enrico: Asola dice addio al suo campioncino 18enne

L'ultimo addio ad Enrico nella cattedrale di Asola, gremita.

Funerali di Enrico: Asola dice addio al suo campioncino 18enne
Alto Mantovano, 13 Luglio 2018 ore 14:23

Funerali di Enrico: struggente l’addio al 18enne.

Funerali di Enrico

Enrico se ne è andato nel sonno a soli 18 anni, quando l’ultimo fra i tuoi pensieri è quello della morte. Alla madre il terribile destino di trovarlo senza vita nel suo letto, in quella che doveva essere una mattina come tante. L’autopsia effettuata sul corpo Enrico Bosio, 18enne di Asola, non ha ancora fornito risposte definitive ma – secondo le prime ipotesi – la causa più probabile del decesso potrebbe essere un arresto cardiocircolatorio, causato da un possibile infarto. Nella mattinata di ieri, nella cattedrale di Asola, l’ultimo addio.

Chiesa gremita

La cattedrale Sant’Andrea di Asola era gremita, non c’è stato spazio per accogliere tutti coloro che si sono recati a portare l’estrem saluto al 18enne. Oltre alla devastazione della famiglia il dolore ha toccato anche gli amici, i compagni di basket e gli allenatori. A sottolineare l’umanità di Enrico è stato don Luigi Ballarini durante la celebrazione del funerale. Anche il vescovo Marco Busca ha espresso il suo cordoglio in una lettera.

L’addio della squadra

Anche i Basket Lions del Chiese, la squadra in cui il 18enne giocava, hanno scritto un messaggio in ricordo del compagno di squadra.

“Ciao Enrico, non esistono parole al mondo per poter esprimere il dolore che ci travolge sapendo che il tuo sorriso gentile e contagioso, la tua zazzera rossa, i tuoi modi gentili, il tuo essere sempre presente e essere parte di un gruppo sempre in punta di piedi e amico di tutti, non potranno più avvolgerci e trasmetterci positività. Mai una parola fuori posto, mai un atteggiamento offensivo o irrispettoso nei confronti dei coach, dei compagni o degli avversari, anche nelle difficoltà sei stato un esempio di impegno e dedizione. Te ne sei andato nel sonno, probabilmente sognando una delle tue triple che tanto scatenavano gioia nei tuoi compagni, perchè tu eri e rimarrai per sempre il nostro “Bomber”. Il Pba Bk Lions del Chiese si stringe attorno alla tua famiglia, a tua sorella e ai tuoi sempre presenti e fantastici genitori.
Ci manchi già un sacco Enrico.”

Professioni sanitarie al Poma: al via le iscrizioni

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia