Lotta allo spaccio

Fermati perché in due sul monopattino e scoperti poi con un panetto di hasish

Un 21enne è finito in manette, l'altro è risultato pulito.

Fermati perché in due sul monopattino e scoperti poi con un panetto di hasish
Cronaca Mantova, 17 Gennaio 2021 ore 11:56

Prosegue senza sosta l’attività dei Carabinieri della Compagnia di Mantova di contrasto allo spaccio e al consumo delle droghe che nel fine settimana hanno ulteriormente intensificato i controlli nei confronti delle fasce più a rischio: adolescenti e giovani.

Due arresti e due denunce

Il bilancio complessivo è di due arresti, due denunce alla Procura della Repubblica e due segnalati
alla Prefettura.
Il primo arresto è di un 21enne, B.F. di Suzzara che è stato beccato, insieme ad un coetaneo, in un parco di San Giorgio Bigarello a bordo di un manopattino. Fermati dai Carabinieri della locale Stazione, entrambi hanno immediatamente assunto un comportamento immotivatamente nervoso e aggressivo, tanto da spingere i militari a sospettare che addosso avessero qualcosa. Ed è così che è saltato fuori un panetto di hashish di oltre cento grammi con sopra scritto “amnesia” trovato addosso a B.F., mentre l’amico, denunciato a piede libero, è risultato pulito. L’arrestato, giudicato sabato mattina a seguito di rito direttissimo, è stato condannato a un anno e quattro mesi, pena sospesa, più una multa di mille euro grazie alla scelta del patteggiamento.

Continua a violare i domiciliari e finisce in carcere

Altro spacciatore, già ristretto ai domiciliari, è tornato in carcere grazie ai controlli svolti dalla Stazione di San Benedetto Po. Si tratta di E.A., marocchino classe 1973 che vanta numerosi precedenti specifici per stupefacenti. A seguito di reiterate violazioni degli obblighi imposti, il Giudice del Tribunale di Sorveglianza di Mantova ha deciso di sospendere la misura alternativa degli arresti domiciliari con conseguente carcerazione presso la casa circondariale di via Poma.
Sempre l’iniziativa Carabinieri, questa volta a Castel d’Ario, hanno consentito di togliere dalla strada altri centocinquanta grammi di infiorescenze di marijuana, pronte al consumo, rinvenute presso l’abitazione di un 50enne, con piccoli precedenti di polizia. All’uomo sono state sequestrate anche banconote di piccolo taglio, per complessivi quattrocento euro, ritenute provento dell’attività illecita. Anche lui dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Segnalati due teenager

Infine due teenager della grande Mantova sono stati segnalati alla Prefettura per uso non terapeutico di stupefacenti. Entrambi, sottoposti a perquisizione personale, avevano con se delle modiche quantità di hashish.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli