Poggio rusco

Doveva essere a casa in quarantena invece era a servire i tavoli di un locale

Individuato grazie ai controlli anticovid dei Carabinieri.

Doveva essere a casa in quarantena invece era a servire i tavoli di un locale
Mantova, 16 Ottobre 2020 ore 17:31

Con l’aumento dei contagi, che cresce giorno per giorno, si sono intensificati i controlli dei Carabinieri sul rispetto delle normative anticovid.

I controlli dei Carabinieri

Nella mattinata odierna si è svolto nei territori di Ostiglia e Poggio Rusco un servizio coordinato disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Mantova, finalizzato al controllo del rispetto delle disposizioni emanate con gli ultimi DPCM. Nel corso del servizio, che ha visto impegnate 10 autobus, bar ed esercizi commerciali. I Carabinieri operanti hanno identificato 162 persone, controllato 12 esercizi commerciali e sanzionato tre di essi per violazioni alla normativa relativa all’ultimo DPCM.

Doveva essere in quarantena invece era a fare il cameriere

In particolare, nel comune di Poggio Rusco, è stata accertata la presenza dell’esercente di un bar il quale, invece che permanere presso la propria abitazione poiché in quarantena precauzionale, è stato sorpreso a servire degli avventori. A questo punto i Carabinieri hanno operato l’immediata chiusura del locale per giorni 5 ed elevato una sanzione amministrativa per un importo di 400 euro.

Denunciata anche una donna

Inoltre è stata denunciata una cittadina rumena, residente presso il campo nomadi di Largo Nigrisoli a Bologna e già gravata da foglio di via obbligatorio da quel comune, per i reati di inottemperanza al foglio di via obbligatorio e inosservanza dei provvedimenti dell’autorità. A tal proposito si evidenzia che in Ostiglia, i Carabinieri della locale Stazione, già martedì scorso, nel corso di mirato servizio svolto presso il mercato settimanale, avevano individuato un’altra donna, anch’ella residente presso il medesimo campo nomadi di Bologna, presente in violazione del provvedimento di rimpatrio con foglio di via obbligatorio da Ostiglia.

Diverse violazioni riscontrate negli esercizi commerciali

Anche in quest’ultimo comune gli odierni controlli hanno permesso di individuare all’interno di esercizi pubblici alcune violazioni alla normativa in vigore quali l’omessa rilevazione della temperatura corporea e la mancanza del registro degli avventori. Per tale motivo sono state elevate due contravvenzioni, per complessivi euro 800, ad altrettanti gestori dei bar interessati dal controllo. Ad uno di essi è stata anche applicata la sanzione accessoria della chiusura per tre giorni.

Controlli dei Carabinieri al mercato di Ostiglia, denunciata una donna

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia