Cronaca

Dopo il rave party nel mantovano in 35 non potranno più entrare a Cirene

Disposti 35 fogli di via per il rave party del 7 luglio a Serravalle Po.

Dopo il rave party nel mantovano in 35 non potranno più entrare a Cirene
Cronaca Mantova, 25 Ottobre 2019 ore 11:43

Disposti 35 fogli di via per il rave party del 7 luglio a Serravalle Po.

Identificati e denunciati a Luglio

Il 7 luglio 2019 in località Cirene di Serravalle a Po (Mn), in un area rurale di proprietà del Demanio, a seguito di un controllo svolto dalla Polizia Stradale di Mantova in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza durante lo svolgimento di una manifestazione organizzata senza alcuna preventiva autorizzazione e denominata “rave party”, erano stati identificati e denunciati in stato di libertà in ordine ai reati di “invasione di terreni od edifici, organizzazione di eventi senza autorizzazione del Questore, inquinamento acustico ed ambientale” numerosi giovani.

I ragazzi identificati erano residenti nelle Province di Brescia, Modena, Cremona, Trento, Sondrio, Genova, Napoli, Parma, Verbania, Lodi, Varese, Reggio Emilia, Novara, Monza, Pavia, Milano.

Dopo il rave party nel mantovano in 35 non potranno più entrare nel comune

Arrivati a piedi, in auto, con treni o mezzi di fortuna

In tanti hanno raggiunto detto luogo a piedi, camminando pericolosamente lungo il margine della strada, dopo essere giunti nella nostra Provincia a bordo di treni o mezzi di fortuna, altri con le proprie autovetture.
A carico di 35 di essi, già pregiudicati per reati di varia natura, oltre ai rilievi penali, il Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori ha emesso la misura di prevenzione personale del foglio di via obbligatorio con divieto di fare ritorno nel comune di Serravalle a Po (MN) per periodi variabili da uno a tre anni.

LEGGI ANCHE: Rave party nel mantovano: foglio di via obbligatorio per 51 partecipanti

TORNA ALLA HOME