IN MANETTE

Castel Goffredo, arrestato nonno violento con precedenti: nipote aggredito finisce in ospedale

Il 71enne si trova nel carcere di Mantova: non era la prima volta.

Castel Goffredo, arrestato nonno violento con precedenti: nipote aggredito finisce in ospedale
Alto Mantovano, 16 Aprile 2020 ore 11:40

Erano le ore 14.00 circa di ieri, 15 aprile, quando i Carabinieri di Castel Goffredo, a seguito di richiesta telefonica, sono intervenuti in un’abitazione di Castel Goffredo dove un uomo tentava di entrare con violenza nell’abitazione della figlia. La donna ha spiegato che suo padre aveva aggredito lei ed il figlio con un tondino in acciaio, utilizzato anche per aprire la porta dell’abitazione.

Arrestato nonno violento

I Carabinieri, che non hanno tardato a ricostruire i fatti, hanno immediatamente rintracciato ed arrestato l’uomo, B.B. 71enne del luogo, già destinatario di pregressi interventi da parte dei Carabinieri per il medesimo motivo. Durante una perquisizione effettuata presso la dimora del 71enne, sono state rinvenute e sequestrate una carabina ad aria compressa, un revolver a salve comprensivo di munizionamento nonché il tondino in acciaio precedentemente utilizzato.

Nipote finisce in ospedale

Il ragazzo, nipote dell’arrestato, è stato accompagnato presso l’Ospedale di Asola dove, visitato dai sanitari del pronto soccorso, è stato poi dimesso con prognosi di 2 giorni per “trauma da aggressione”. Entrambe le vittime sono state informate che ora potranno decidere d’intraprendere o meno tutte le iniziative previste dalla legge per la loro tutela.

LEGGI ANCHE: Rientra in casa dopo un mese e la trova occupata da due sconosciuti

Carcere di Mantova

L’aggressore è stato tradotto presso il carcere di Mantova e dovrà rispondere al Giudice del Tribunale per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni, percosse, violazione di domicilio e porto di armi ed oggetti atti ad offendere. La Compagnia di Castiglione delle Stiviere invita tutte le persone che sono vittime di violenza domestica, maltrattamenti, soprusi e quant’altro, a contattare i Carabinieri o i più vicini Centri Antiviolenza – tel. 1522 –  per segnalare, da subito, eventuali episodi violenti e/o persecutori. 

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia