sanità mantovana

Alla Lilt un nuovo mammagrafo di ultima generazione che riduce al minimo le radiazioni

L’investimento più importante negli ultimi 18 anni.

Alla Lilt un nuovo mammagrafo di ultima generazione che riduce al minimo le radiazioni
Cronaca Mantova, 15 Dicembre 2020 ore 12:39

Alla Lilt un nuovo mammagrafo di ultima generazione: è il più alto livello di qualità in circolazione. L’investimento più importante negli ultimi 18 anni. Definizione massima, riduzione delle radiazioni e più comfort alla paziente.

Alla Lilt un nuovo mammagrafo di ultima generazione

La Lilt di Mantova ha un nuovo mammografo digitale di ultima generazione, ad alta risoluzione e a bassa emissione di radiazioni. Il nuovo strumento, installato nei giorni scorsi e già in funzione, rappresenta il più importante investimento della Lega Tumori mantovana negli ultimi 18 anni e sarà a disposizione delle donne mantovane per le visite diagnostiche ogni martedì pomeriggio negli ambulatori del centro di prevenzione Lilt in via Portichetto n. 9 a Mantova.

Radiazioni ridotte al minimo

Il nuovo mammografo – prodotto dall’azienda giapponese Fuji, leader mondiale nella produzione di apparecchiature medico-diagnostiche e specializzata in intelligenza artificiale – presenta la massima qualità di risoluzione oggi disponibile, permettendo così una perfetta lettura dell’immagine rilevata. Inoltre, grazie ai processi tecnologici di cui si avvale, riduce al minimo indispensabile l’emissione di radiazioni senza penalizzare la qualità e rende l’esame più confortevole per la paziente grazie a un nuovo sistema di autoregolazione che si modella sulla mammella, riducendo la pressione e rendendo l’intera procedura meno fastidiosa. Il nuovo mammografo permette anche di velocizzare le procedure immediatamente successive all’esame, attraverso la creazione automatica in pochi minuti del cd con la registrazione delle immagini (che viene consegnato alla paziente) e la possibilità di collegarsi direttamente con il PACS dell’ospedale per la trasmissione e l’archiviazione delle immagini diagnostiche.

Il commento del Presidente della Lilt mantovana

“Il consiglio direttivo provinciale insieme ai volontari – spiega la Presidente della Lilt mantovana Maria Grazia Gandolfi – si è impegnato fortemente nella raccolta dei fondi che hanno permesso di raggiungere questo importantissimo obiettivo, che permette alla Lilt di donare alle donne mantovane un mammografo digitale di ultimissima generazione, estremamente avanzato e di massima qualità nella definizione dell’immagine. E’ stata una scelta orientata al bene delle donne, che ora possono avere a disposizione nel centro di prevenzione Lilt uno strumento diagnostico avanzatissimo, in linea con le migliori apparecchiature presenti in Italia”.

Le visite vengono eseguite ogni martedì pomeriggio e possono essere prenotate telefonando al numero 0376.369177.

Ricordiamo che la lotta ai tumori alla Lilt, attiva da oltre 40 anni sul territorio mantovano, non si esprime solo attraverso il lavoro di prevenzione e di diagnosi precoce, ma anche sostenendo direttamente la ricerca. Ogni anno, infatti, vengono finanziate e assegnate borse di studio a progetti di ricerca in materia oncologica.

(Nell’immagine di copertina Maria Grazia Gandolfi (Presidente Lilt Mantova), il Dr. Luigi Miserocchi (responsabile del servizio diagnostica per Lilt Mantova) e le assistenti agli esami diagnostici di mammografia.)

3 foto Sfoglia la gallery

LEGGI ANCHE:

Violenza sulle donne: consultori mantovani in campo per combatterla

Scoperta discarica abusiva con rifiuti pericolosi a Curtatone FOTO

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità