Cronaca
Bagnolo San Vito

Addio a Sofian: morto il ragazzino investito in bici di notte

La scomparsa dopo tre giorni di ricovero agli Spedali Civili

Addio a Sofian: morto il ragazzino investito in bici di notte
Cronaca 02 Luglio 2022 ore 09:29

Il decesso agli Spedali Civili di Brescia.

Tre giorni di ricovero, poi la fine

E' morto Sofian Bahri, il ragazzino di 16 anni che la notte tra sabato 25 e domenica 26 giugno è stato investito da un'auto mentre stava pedalando con alcuni amici lungo la Romana, tra Pietole di Borgo Virgilio e San Biagio di Bagnolo San Vito.

Il conducente dell’auto si era subito fermato a prestare soccorso e aveva lanciato l’allarme ai soccorritori che, arrivati sul posto, avevano capito come le condizioni del ragazzo fossero gravissime. Dopo il tentativo di rianimazione sul posto, il sedicenne era stato trasferito in eliambulanza agli Spedali civili di Brescia, dove è deceduto a distanza di tre giorni, nella giornata di martedì 28 giugno.

Nel Mantovano da alcuni mesi

Il 16enne era nato a Cenate Sotto, in provincia di Bergamo, dove viveva con la propria famiglia. Si trovava in provincia di Mantova da alcuni mesi in un'apposita struttura per affrontare un periodo di fragilità. In quanto ultimo della fila di biciclette, è stato centrato dall’automobile, che lo ha sbalzato dalla due ruote e lo ha fatto schiantare a terra. Sul luogo dell'incidente erano giunti la polizia stradale e i carabinieri. Inizialmente non si conoscevano le generalità dei ragazzi coinvolti, sprovvisti di documenti di identità. Poi, dagli accertamenti delle forze dell'ordine, i coinvolti nell'incidente sono stati identificati.

Chi era il 16enne deceduto

Sofian, nato in Italia da famiglia di origini marocchine, era iscritto al secondo anno del corso di grafica pubblicitaria dell'istituto tecnico Lotto di Trescore Balneario, in provincia di Bergamo.

La scomparsa del 16enne lascia nel dolore la mamma Zhor di 45 anni, il papà El Hadj di 57 e le due sorelle Chaimae di 15 e Ahajr di 11 anni. In questi giorni tante persone hanno fatto visita alla famiglia, conosciuta e stimata nel paese bergamasco, per dimostrare la propria vicinanza e affetto. Nei giorni scorsi, anche il sindaco di Cenate Sotto Thomas Algeri ha fatto visita alla casa dei familiari del giovane per esprimere il cordoglio della comunità.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter