Massima attenzione

Allerta arancione nel Mantovano per rischio allagamenti, Chiese e Secchia sotto osservazione

Il sole torna a splendere dopo i giorni di maltempo ma le autorità locali invitano a evitare comportamenti rischiosi

Allerta arancione nel Mantovano per rischio allagamenti, Chiese e Secchia sotto osservazione
Pubblicato:
Aggiornato:

Il sistema locale è pronto all'attivazione di azioni di monitoraggio e contrasto, massima attenzione in provincia fino a quando la situazione non tornerà alla normalità.

Chiese e Secchia a rischio esondazione

Continuano i disagi causati dai forti temporali che, nonostante il ritorno del sereno da oggi, mercoledì 26 giugno 2024, non lasciano spazio all’estate. La situazione in alcuni comuni della provincia di Mantova rimane critica a causa della quantità d'acqua presente nei fiumi che crea una crescente preoccupazione.

Una speciale attenzione è rivolta ai corsi d'acqua, in particolare il fiume Chiese, che si presenta particolarmente gonfio. Anche il fiume Secchia desta apprensione. Secondo quanto riportato dalla Protezione Civile della Regione Lombardia, il rischio di allagamenti è elevato. Di conseguenza, alle 6 di questa mattina è stata emessa un’allerta arancione nel nostro territorio.

L'allerta diramata

Massima attenzione nel Mantovano

I cittadini sono invitati a prestare la massima attenzione, in particolare nelle aree attraversate dai fiumi Chiese e Secchia. I sistemi locali di protezione civile sono stati incaricati di attivare e mantenere una fase operativa minima di attenzione.  Questo implica la predisposizione del sistema locale alla pronta attivazione di azioni di monitoraggio e contrasto.

L'allerta interessa le zone vicine all'attraversamento del fiume Chiese in provincia di Mantova che comprendono Casalmoro, Asola, Acquanegra e Canneto. Per quanto riguarda il fiume Secchia, le aree di preoccupazione includono anche Bondanello di Moglia e Quistello.

La popolazione è invitata a seguire le indicazioni delle autorità locali e a rimanere informata attraverso i canali ufficiali. È essenziale evitare comportamenti rischiosi e mantenere un alto livello di vigilanza fino a quando la situazione non sarà rientrata nella norma.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali