Sindaco Palazzi no alla contrapposizione omosessuali contro famiglie tradizionali

Sostenere i diritti civili non significa penalizzare le famiglie tradizionali.

Sindaco Palazzi no alla contrapposizione omosessuali contro famiglie tradizionali
Mantova, 16 Giugno 2018 ore 17:44

Sindaco Palazzi manda un messaggio chiaro sul Mantova Pride 2018 in corso

Sindaco Palazzi chiarisce che il supporto al Pride non significa abbandono per le famiglie

Il sindaco Mattia Palazzi ha deciso che la città di Mantova avrebbe patrocinato e sostenuto economicamente questo Pride, mettendo in primo piano la necessità di tutelare i diritti di chiunque. Inevitabilmente molti oppositori hanno mostrato dissenso, fra cui la Lega e il Popolo della Famiglia.

“C’è attenzione per tutti”

Sostenere i diritti gay non significa penalizzare le famiglie tradizionali. Con un post Facebook il sindaco puntualizza il suo operato a supporto di entrambi, proprio ora che il Pride è entrato nel vivo.

Il messaggio

“Personalmente ritengo un errore contrapporre famiglia a diritti delle persone omosessuali. Da sempre molti politici parlano di famiglia, dimenticandosene, quando tocca a loro. Noi ne abbiamo parlato poco, sbagliando, ma abbiamo cambiato tanto, in concreto. Fino a due anni fa 4.600 mantovani pagavano l’Irpef locale. Non la pagano più. L’abbiamo tolta, per redditi fino a 22 mila euro. Abbiamo voluto ridurre le tasse alle famiglie. Questo cambiamento costa al Comune 400 mila euro l’anno. Da quest’anno per due terzi delle famiglie il nido comunale è GRATIS. E’ una rivoluzione per 187 famiglie, con redditi fino a 27 mila euro di isee (stipendi da ‘ceto medio’). È una scelta di cui siamo orgogliosi, che fa risparmiare fino a 3.300 euro a famiglia, all’anno. Costa al Comune circa 300 mila euro. Se riusciremo sarà gratis per tutti. Per noi il nido è un diritto. Abbiamo reso flessibili gli orari in due asili, aumentato i cred estivi ed entro il 2020 avvieremo un centro per le famiglie, con sportelli e servizi per la genitorialità, con figure specializzate. Coinvolgeremo le famiglie e con loro studieremo nuove misure da attuare. Con l’ass. Chiara Sortino stiamo lavorando per individuare la sede. Ieri abbiamo messo altri 120 mila euro per sostenere il primo anno di affitto gratis per giovani e giovani coppie che prendono la residenza per vivere a #Mantova. 20 bonus affitto li abbiamo già assegnati, tra poco altri 30. Questi sono cose concrete, non retorica politica fine a se stessa. Fatti che aiutano le famiglie e incentivano le giovani coppie a costruirsi un progetto di vita. Lavoriamo per unire, sempre.”

Mamma in coma da 3 mesi partorisce bimba perfettamente sana

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia