Mantova

Palazzi precede il Governo e firma una nuova ordinanza anti assembramenti

L'ordinanza sarà valida fino al 7 gennaio 2021.

Palazzi precede il Governo e firma una nuova ordinanza anti assembramenti
Politica Mantova, 18 Dicembre 2020 ore 07:59

Come annunciato il Sindaco firma l’ordinanza anti assembramenti: “Con questa ordinanza vogliamo evitare gli assembramenti di domenica scorsa”.

Nuova ordinanza anti assembramenti per Mantova

Il Sindaco di Mantova Mattia Palazzi ha firmato nella serata di ieri, giovedì 17 dicembre 2020, un’ordinanza che prevede prescrizioni nel comune di Mantova anti assembramento più rigorose per i giorni festivi e prefestivi a partire da sabato 19 e domenica 20.
Sindaco di Mantova Mattia Palazzi:

“Con queste restrizioni, con i controlli che saranno rigorosi e severi e con la partecipazione di tutte le forze di polizia vogliamo evitare gli assembramenti presso locali e bar come avvenuto domenica scorsa. Le attività che non li rispetteranno oltre ad essere sanzionate saranno chiuse per minimo cinque giorni. Naturalmente se il nuovo Dpcm del Presidente Conte interverrà già su questo weekend allora andranno applicate le disposizioni del Governo e non la mia ordinanza”.

Cosa prevede l’ordinanza

L’ordinanza prevede che le attività dei servizi di ristorazione (fra cui, bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale nonché della ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive, nei giorni festivi e prefestivi sono consentite solo ed esclusivamente con consumo al tavolo e con un massimo di quattro persone per tavolo distanziate di almeno un metro l’una dall’altra.
All’interno dei locali e dei plateatici non dovranno essere presenti persone in piedi. È fatto assoluto divieto di somministrare cibi e bevande a persone che non siano sedute al tavolo.
Restano consentite nei termini e limiti previsti dal DPCM del 03.12.2020 la ristorazione con consegna a domicilio, nonché la ristorazione con asporto con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.
Il giorno 24 dicembre 2020 sono sospese per tutto il giorno le attività dei servizi di ristorazione (fra cui, bar, pub, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle attività di ristorazione con somministrazione con codice ateco (56.10.11) che potranno effettuare solo servizio di somministrazione del pasto al tavolo all’interno dei locali ma non nei plateatici. Sono consentite le attività delle mense e del catering continuativo su base contrattuale nonché della ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive. Restano sempre consentiti i servizi con consegna a domicilio, nonché, fino alle ore 22:00, i servizi con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

Vietato consumare bevande in strada

È vietato su tutto il territorio comunale nei giorni festivi e prefestivi e per tutto il giorno (h.24) il consumo di bevande nelle strade, nelle piazze e nei giardini pubblici o aperti al pubblico. Allorché dovessero verificarsi situazioni contingenti di eccessivo affollamento di persone in strade e piazze del Comune di Mantova, si dispone fin d’ora che la Polizia Locale e le altre Forze dell’Ordine possano procedere, sentito preventivamente il Sindaco, alla chiusura temporanea delle stesse, consentendo il deflusso delle persone o l’afflusso contingentato delle stesse al fine di evitare situazioni di assembramento.
Le presenti disposizioni non si applicano agli esercizi di cui all’art. 1 comma 10 lettera hh) del DPCM del 03.12.2020.

Restano ferme tutte le disposizioni del DPCM del 03.12.2020 non specificatamente derogate restrittivamente dalla presente ordinanza.

Effetto immediato fino al 7 gennaio

Le disposizioni della presente ordinanza hanno effetto immediato e fino al 7 gennaio 2021. Le presenti disposizioni non si applicano agli esercizi di cui all’art. 1 comma 10 lettera hh) del DPCM del 03.12.2020. Restano ferme tutte le disposizioni del DPCM del 03.12.2020 non specificatamente derogate restrittivamente dalla presente ordinanza. Le disposizioni della presente ordinanza hanno effetto immediato e fino al 7 gennaio 2021 La violazione alle disposizioni della presente ordinanza sarà sanzionata ai sensi dell’art. 4 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito con la legge di 22 maggio 2020, n. 35, con la sanzione amministrativa da euro 400 a euro 1.000 e sanzione accessoria della chiusura dell’attività o dell’esercizio commerciale inadempiente da 5 a 30 giorni.

(In copertina immagine tratta da Instagram di mariannasbizzera)

LEGGI ANCHE:

Troppi assembramenti a Mantova, Palazzi: “Se il Governo non procede lo farò io con un’ordinanza restrittiva”

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità