il commento della discordia

Ironia Selvaggia: “Ministra pari opportunità dimessa per obbedire a un uomo e riconfermata”

A distanza di quasi una settimana la sua nomina fa ancora discutere.

Ironia Selvaggia: “Ministra pari opportunità dimessa per obbedire a un uomo e riconfermata”
Politica Mantova, 18 Febbraio 2021 ore 17:06

E’ passata quasi una settimana da quando Elena Bonetti, Ministro alle pari opportunità del Governo Conte Bis che insieme ai colleghi di Italia Viva si è ritirata dalla propria carica causando la crisi di Governo, è stata rinominata Ministro dello stesso ministero.

Il commento (della discordia) di Selvaggia Lucarelli

“Un governo così tecnico che una ministra alle pari opportunità che si è dimessa per obbedire a un uomo, è stata rimessa alle pari opportunità.”

Sono passati sei giorni da quando la giornalista Selvaggia Lucarelli ha pubblicato questo commento dopo aver scoperto i nomi del nuovo Governo Draghi, eppure i lettori e gli elettori (mantovani e non) continuano a commentare questa frase che fa riflettere e discutere.

In molti non hanno apprezzato la scelta di rimettere la Bonetti a coprire una carica che ha volutamente lasciato dando vita ad una crisi di Governo aperta in uno dei momenti più difficili che l’Italia si è trovata ad affrontare, accusata di aver “obbedito” – come dice Lucarelli – al volere di Matteo Renzi .

Altri commenti invece hanno riscontrato in questa decisione il riconoscimento delle sue competenze e della sua intelligenza, ritenendola una dei pochi Ministri buoni del Conte Bis.

Non sono mancate battute e riflessioni sugli altri nomi, spesso poco condivisi e apprezzati. Ma Bonetti non guarda in faccia nessuno e prosegue, orgogliosa, con il proprio mandato.

Elena Bonetti

Il giorno della sua nomina Bonetti si è dichiarata, ancora, pronta a servire:

“Pronta a servire il Paese nei desideri e le attese delle famiglie, di tutte le donne e gli uomini. È il tempo di liberare opportunità e futuro, a partire dalle nuove generazioni. Sono grata al Presidente Mattarella e al Presidente Draghi e consapevole di essere accompagnata in questo servizio da tutta la comunità di Italia Viva da Matteo Renzi, Ettore Rosato, Maria Elena Boschi, Davide Faraone. Accanto a me nel cammino Teresa Bellanova e Ivan Scalfarotto, amici straordinari, liberi e coraggiosi.”

Sabato 13 febbraio 2021, giorno del giuramento, la Ministra alle pari opportunità scrive:

È un onore e una gioia grande poter servire il nostro Paese, accompagnarne le speranze e le attese più grandi perché diventino opportunità per tutti. Condivido con gratitudine questo momento.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli