CasaPound a Mantova e la città si blinda

Schierati un numero consistente di forze dell’ordine, per il comizio del partito di estrema destra, tenutosi ieri sera nella sala Isabella d’Este.

CasaPound a Mantova e la città si blinda
Politica Mantova, 26 Febbraio 2018 ore 10:09

CasaPound a Mantova: si è tenuto ieri sera il comizio di CasaPound nella sala Isabella d’Este.

CasaPound a Mantova

Città blindata dalle forze dell’ordine ieri sera per il comizio di CasaPound nella sala Isabella d’Este. Simone Di Stefano, leader del partito di estrema destra, ha tenuto un comizio davanti a circa 200 persone.

Numerosi gli agenti schierati

In una campagna elettorale dove lo scontro tra fascismo e antifascismo è alle stelle, la preoccupazione della Questura era ai massimi livelli. La città ha così deciso di puntare su un numero consistente di agenti della Celere e di Carabinieri, fatti venire in rinforzo anche dai paesi vicini.

Gruppi antagonisti nell’ombra

Fortunatamente, l’arrivo dei gruppi di sinistra non c’è stato e i temuti scontri non si sono avuti. Nessuna protesta, dunque, come già era accaduto nella città di Pavia. Così, in una sala gremita il leader di CasaPound Simone Di Stefano ha potuto tenere il suo comizio.