Quote latte fatali: indagine per truffa a Brescia su 37 allevatori

Ora s'attende la decisione del gup su eventuali rinvii a giudizio.

Quote latte fatali: indagine per truffa a Brescia su 37 allevatori
11 Maggio 2018 ore 16:10

Quote latte al centro di un’indagine della Procura di Brescia. Ora s’attende la decisione del gup su eventuali rinvii a giudizio.

Quote latte Brescia

Trentasette gli allevatori coinvolti, dalla Valle Camonica (Borno, Berzo Demo e Niardo) fino alla pianura (Leno, Ghedi, Gussago, Montichiari, Lograto), passando per il capoluogo. Sono indagati per truffa e falso, in special modo nei confronti di Regione Lombardia e Unione Europea: si parla di circa 170 mila euro.

Indagine chiusa

Il sostituto procuratore di Brescia Ambrogio Cassiani ha notificato la chiusura delle indagini nell’ambito di un’inchiesta sulle quote latte: oltre ai 37 imprenditori, anche il direttore del laboratorio Produzione primaria del Centro Latte dell’Istituto Zooprofilattico dell’Emilia e Lombardia Giuseppe Bolzoni.

Il meccanismo

In estrema sintesi, i valori delle analisi sul “latte di qualità” sarebbero stati alterati in modo da ricevere contributi in realtà indebiti. A far partire l’indagine la segnalazione dell’Unità operativa veterinaria della Regione Lombardia dopo un’ispezione del 25 novembre 2016 nel Centro Latte.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia