Navigazione Po. Terzi: 2,2 milioni per porti ed efficienza del sistema idroviario padano

I fondi stanziati dalla Giunta della Regione Lombardia.

Navigazione Po. Terzi: 2,2 milioni per porti ed efficienza del sistema idroviario padano
17 Luglio 2018 ore 07:32

Navigazione Po. La Giunta regionale lombarda, su proposta dell’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, ha stanziato 2,2 milioni di euro per lo sviluppo della navigazione sul Po.

Navigazione Po. Efficientare infrastrutture

“L’obiettivo è potenziare il sistema idroviario padano – ha detto l’assessore Terzi – attraverso 1,7 milioni di euro destinati a nuovi interventi e 480.000 euro per lavori di manutenzione. Rinnoviamo l’impegno della Regione per efficientare le infrastrutture portuali di Cremona e Mantova, la cui rilevanza, non solo economica, è strategica per i territori interessati, ma anche per la Lombardia nel suo complesso. Siamo al fianco di queste realtà e lo dimostriamo con lo stanziamento di queste risorse, ma anche attraverso un tavolo di confronto con gli operatori fluviali attivo presso l’assessorato che presiedo. Migliorare le condizioni di navigabilità sul Po significa aumentare la sicurezza, agevolare le imprese che operano in quel contesto e creare nuove opportunità di sviluppo anche dal punto di vista turistico”.

Cremona

“Tra le opere finanziate con la delibera in oggetto – ha aggiunto l’assessore Terzi – mi preme sottolineare quella relativa alla Conca di Cremona, per la quale investiamo 1,5 milioni di euro. Si tratta di un importante intervento sul sistema di chiusura delle porte di valle, fondamentale per garantire una migliore accessibilità al porto. L’attuale sistema di movimentazione delle porte mediante funi metalliche è soggetto a guasti frequenti, che determinano l’impossibilità di accedere al porto e il conseguente isolamento di Cremona dal resto della rete idroviaria. Questo manufatto verrà sostituito da un sistema di sollevamento oleodinamico, assicurando una maggiore affidabilità di esercizio. Il cronoprogramma prevede la progettazione entro febbraio 2019, l’avvio dei lavori entro giugno 2019 e il completamento dell’opera entro dicembre 2019”.

Mantova

Il finanziamento regionale consente di intervenire su molteplici fronti, anche per quanto riguarda il territorio di Mantova: ripristino delle sponde, sistemazione dei fondali con la rimozione degli ostacoli alla navigazione, messa in sicurezza degli impianti, predisposizione dei dragaggi e verifiche statiche sui ponti di competenza della rete idroviaria. Opere che si vanno ad aggiungere a quelle già programmate o in corso di attuazione. “Il soggetto attuatore degli interventi finanziati è Aipo (Agenzia interregionale per il fiume Po) e ne beneficeranno – ha concluso Terzi – come ricaduta sul territorio, la Provincia di Cremona e la Provincia di Mantova, anche in quanto gestori dei due porti commerciali lungo il sistema idroviario”.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia