Emergenza abitativa: ecco chi può e come presentare le domande

Il comune di Borgo Virgilio spiega come poter accedere alle agevolazioni.

Economia Mantova, 12 Ottobre 2019 ore 10:42

Misure Regionali per fronteggiare l’emergenza abitativa: le domande possono essere presentate in Comune dal 14 Ottobre al 30 Novembre.

I requisiti per accedere all’agevolazione

I cittadini del Comune di Borgo Virgilio possono accedere alle misure regionali volte al contenimento dell’emergenza abitativa e al mantenimento dell’alloggio in locazione (Misura 2 e Misura 4).
Sono destinatari della Misura 2 i nuclei familiari con morosità incolpevole ridotta nel pagamento del canone di locazione in possesso dei seguenti requisiti:
– residenza in uno dei Comuni del distretto di Mantova;
– residenza di almeno un membro del nucleo familiare in Regione Lombardia da almeno cinque anni anche non continuativi;
– non essere sottoposti a procedure di rilascio dell’abitazione;
– non essere assegnatari di alloggi definiti servizi abitativi pubblici (Sap) ai sensi della legge regionale 16/2016;
– non essere in possesso di alloggio adeguato in Regione Lombardia;
– Isee massimo del nucleo familiare fino a 15.000 euro;
– morosità incolpevole accertata in fase iniziale fino al limite massimo di sei mensilità, maturata in data antecedente l’approvazione del bando. Non concorrono al calcolo della morosità le spese per le utenze (acqua, gas e luce) e le spese condominiali. Sono destinatari della Misura 4 i nuclei familiari in possesso dei seguenti requisiti:
– residenza in uno dei Comuni del distretto di Mantova;
– residenza di almeno un membro del nucleo familiare in Regione Lombardia da almeno cinque anni;
– età uguale o superiore ai 65 anni di almeno un componente del nucleo familiare con reddito da pensione da lavoro/di vecchiaia/di anzianità e/o assimilabili;

– non essere sottoposti a procedure di rilascio dell’abitazione;
– non avere morosità nel pagamento del canone di locazione;
– non essere assegnatari di alloggi definiti servizi abitativi pubblici (Sap) ai sensi della legge regionale 16/2016;
– non essere proprietari di alloggio adeguato in Regione Lombardia;
– Isee massimo del nucleo familiare fino a 15.000 euro;
– sono esclusi dal beneficio i soggetti titolari di contratto di affitto con patto di futura vendita;
– sono considerate famiglie in situazione di grave disagio economico o in condizione di grave fragilità quei nuclei familiari nei quali la spesa per la locazione rappresenta un onere eccessivo, laddove sia superiore al 30% del reddito. In assenza di tale requisito, gli uffici svolgeranno un’accurata analisi caso per caso, avvalendosi anche della relazione dell’assistente sociale se il nucleo è in carico al servizio.

Importi massimo dei contributi

Gli importi massimi dei contributi previsti sono:
– Misura 2: fino a un massimo di 1.500 euro o 2.500 euro nel caso di stipula di contratto a canone concordato o ridotto. La somma viene erogata direttamente al proprietario a seguito di sottoscrizione di un accordo che prevede l’impegno dello stesso a non aumentare il canone e a non effettuare lo sfratto per 12 mesi.
– Misura 4: fino a un massimo di 1.500 euro erogati direttamente al proprietario con l’impegno dello stesso a non aumentare il canone di locazione per 12 mesi.

I passaggi successivi alla presentazione della domanda

Il Comune verifica i requisiti di accesso alla misura, la condizione di morosità incolpevole del nucleo e redige la graduatoria delle domande presentate. Il Consorzio Progetto Solidarietà, una volta acquisita la documentazione da parte dei Comuni, procederà alla ripartizione delle risorse.
Per maggiori informazioni e per la presentazione delle istanze (dal 14 ottobre al 30 novembre 2019) è possibile rivolgersi all’ufficio Servizi Sociali del Comune di Borgo Virgilio, previo appuntamento telefonico al numero 0376 283044.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità