Dati Istat 2017 nel Mantovano si “esporta forte”

Mantova si conferma anche nel 2017 come provincia con una forte apertura verso i mercati internazionali con un incremento delle esportazioni che si mantiene sempre su valori piuttosto elevati.

Dati Istat 2017 nel Mantovano si “esporta forte”
Mantova, 27 Marzo 2018 ore 12:11

Dati istat 2017: un aumento delle esportazioni mantovane, proseguendo il trend di crescita relativo al commercio internazionale.

Mantova Istat 2017: si “esporta forte”

L’analisi curata dal Servizio Informazione e Promozione Economica della Camera di Commercio e dal Centro Studi di Confindustria Mantova, con la collaborazione del Consorzio Mantova Export, indica un aumento delle esportazioni pari al +7,2%, rispetto allo stesso periodo del 2016, di poco inferiore al dato regionale (7,5%) e nazionale (+7,4%). Nel panorama lombardo, la provincia di Mantova si colloca nel mezzo della classifica, preceduta da Cremona, Lodi, Monza Brianza, Brescia e Milano.  Le esportazioni ammontano a 6,5 MLD di euro, contro un valore di import pari a 4,2 MDL di euro, anch’esso in aumento rispetto al 2016 (+3,2%). Il saldo commerciale si conferma quindi positivo, con un valore pari a circa 2,3 MLD di euro.

Bene

Considerando i principali comparti esportatori, si segnalano valori decisamente positivi per: metalli e prodotti in metallo (+15,5%), macchinari (+9,8%), prodotti chimici (+13,1%), prodotti alimentari (+18,1%) e prodotti in legno e carta (+18,1%). Variazioni sempre di segno più si registrano anche per i mezzi di trasporto (+6,7%), gli articoli in gomma e materie plastiche (+7,3%), i prodotti tessili (+2,8%) e i prodotti dell’agricoltura, silvicoltura e pesca (+3,8%).

Meno bene

Al contrario, nel quarto trimestre 2017, vedono un calo gli articoli d’abbigliamento  (-1,2%), i prodotti delle altre attività manifatturiere (-7,4%), gli apparecchi elettrici    (-1,8%), gli articoli in pelle (-10%) e gli apparecchi elettronici e ottici (-13,7%).

Import

Nel caso dell’import, le performance migliori riguardano le sostanze e prodotti chimici (+9%), i prodotti alimentari (+9,8%), i prodotti dell’agricoltura (+8,4%) e gli articoli in gomma e materie plastiche (+9,7%). Seguono con un +2,6% i prodotti in legno e della carta, mentre si segnalano forti aumenti per i prodotti petroliferi e per gli apparecchi elettronici e ottici. Al contrario, registrano variazioni negative i prodotti in metallo  (-9,3%), i mezzi di trasporto (-0,3%), gli articoli d’abbigliamento (-2,2%), i macchinari (-1,4%), i prodotti tessili (-10,6%), gli apparecchi elettrici (-1,7%) e i prodotti delle altre attività manifatturiere (-0,1%).

I partner preferiti

L’analisi dell’andamento delle esportazioni della provincia di Mantova per paesi di sbocco evidenzia una ripresa tra i principali partners commerciali europei: Germania (+4,1%), Francia (+8,5%), Spagna (+4,7%), Austria (+13%), Romania (+16,2%), Paesi Bassi (+15,6%), Svizzera (+14%), Ungheria (+5,2%), Belgio (+9,9%), Polonia (+14,9%), Repubblica Ceca (+30,6%), Danimarca (+13,6%), Slovenia (+30,5%), Grecia (+3,2%), Croazia (+11,6%) e Svezia (+3,6%). Segnali di crescita anche per Russia (+63,1%), Stati Uniti (+0,7%), Cina (+7,3%), Giappone (+3,3%) e Arabia Saudita (+9%). A livello europeo, al contrario, continua il calo delle esportazioni verso il Regno Unito (-6,3%), imputabile probabilmente al fenomeno della Brexit; registrano una contrazione anche le esportazioni verso Turchia (-0,8%), Israele (-0,1%) e Tunisia (-11,3%). La geografia delle importazioni, considerando i principali partners europei, vede rafforzare gli acquisti da Germania (+9,7%), Francia (+10,1%), Spagna (+6,4%), Paesi Bassi (+43,3%), Ungheria (+14,2%), Austria (+22%), Belgio (+13,1%) e Romania (+14%). Valori positivi si segnalano anche per Turchia (+25,9%), India (+4,6%) e Stati Uniti (+44,3%). Notevoli aumenti riguardano anche Egitto e Russia dove il volume di import cresce in maniera esponenziale, mentre anche in questo trimestre non risultano importazioni dalla Siria. Al contrario, le contrazioni più consistenti riguardano la Cina (-15,4%), la Slovacchia (-30,4%), la Tunisia (-5,9%), la Svizzera (-9,5%) e il Regno Unito (-2,6%); l’Iran, infine, riduce notevolmente il volume di import, come già avvenuto nei mesi precedenti.

Mantova si conferma in volata

Secondo il Presidente della Camera di Commercio, Carlo Zanetti, “Mantova si conferma anche nel 2017 come provincia con una forte apertura verso i mercati internazionali con un incremento delle esportazioni che si mantiene sempre su valori piuttosto elevati. Gli scambi con l’estero rimangono un punto fondamentale per la nostra economia; è necessario, quindi, supportare le imprese che già operano al di fuori dei confini nazionali così come creare sempre più iniziative volte a incentivare e sviluppare l’internazionalizzazione. Le previsioni di gennaio vedono un ulteriore rialzo delle stime di crescita della domanda internazionale, confermandola come uno dei motori trainanti dell’economia mondiale. Tuttavia, permangono i rischi dovuti alle situazioni di instabilità politica in alcune aree, così come conflitti e ritorsioni commerciali legati ai vari accordi e trattati tra i Paesi

 

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia