Agriacademy: ci sono anche due giovani di Coldiretti Mantova

Focus su temi fondamentali quali i mercati, l’export, l’innovazione in agricoltura e nelle filiere agroalimentari e la creazione di reti.

Agriacademy: ci sono anche due giovani di Coldiretti Mantova
Mantova, 14 Luglio 2018 ore 18:20

Agriacademy: una grande opportunità di formazione.

Agriacademy

“L’AgriAcademy di Ismea, alla quale Andrea Zanotti ed io stiamo partecipando a Bologna è una grande opportunità per noi giovani imprenditori agricoli di approfondire temi fondamentali quali i mercati, l’export, l’innovazione in agricoltura e nelle filiere agroalimentari e la creazione di reti”. Così Camilla Destro di Ponti sul Mincio commenta l’appuntamento in corso a Bologna, organizzato da Ismea, che fra i giovani agricoltori del Nord Italia ha selezionato tramite concorso due Under30 di Coldiretti Mantova. Fino a domani si svolgerà la prima sessione didattica, mentre la seconda è programmata per l’autunno, quando saranno presentati i progetti che i diversi team dovranno realizzare.

Camilla

Camilla Destro, 27 anni, è la delegata provinciale del Movimento Donne Impresa di Coldiretti Mantova. È alla guida dell’agriturismo Bitturelli di Ponti sul Mincio: 19 ettari a conduzione familiare coltivati a cereali e piccoli frutti. Offre ospitalità rurale e prima colazione agli agrituristi, molti dei quali stranieri. “Sono molto curiosa di poter fare questa esperienza – racconta Camilla Destro – perché ho molti progetti per ampliare l’attività agrituristica e completare il percorso della multifunzionalità aziendale. Un confronto con altri giovani imprenditori e con docenti di alto livello sarà senza dubbio stimolante e utile”.

Andrea

Andrea Zanotti, 23 anni, è asolano, ma è titolare di un’azienda agricola a Fiesse (Brescia): 25 ettari coltivati a mais, grano, insalata e pomodoro da industria. In particolare, i 10 ettari di insalata è venduta per il 50% a un commerciante e in parte lavorata nell’azienda del papà ad Asola per la prima gamma, destinata ai mercati generali. “Conoscere altre realtà aziendali, confrontarsi con imprenditori coetanei, che hanno idee e progetti diversi, ma comunque tutti finalizzati a migliorare l’impresa agricola – commenta Andrea Zanotti – sarà sicuramente utile per imparare cose nuove e adattarle magari alla propria realtà imprenditoriale. Oggi è imprescindibile aprirsi a nuovi mercati e a tecnologie in grado di assicurare tracciabilità del prodotto e fornire sicurezza ai consumatori”.

Gli eventi imperdibili di questa estate

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia