cultura

Mantova si riconferma «Città che legge» nel biennio 2020-2021

L’iniziativa, promossa il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, intende promuovere e valorizzare la lettura.

Mantova si riconferma «Città che legge» nel biennio 2020-2021
Mantova, 09 Ottobre 2020 ore 11:37

Il Centro per il libro e la lettura, d’intesa con l’Anci – l’Associazione Nazionale Comuni Italiani – ha rinominato Mantova “Città che legge” nel biennio 2020/2021.

Mantova si conferma «Città che legge» nel biennio 2020-2021

Insieme a Mantova è stato selezionato un gruppo di altre città italiane. L’iniziativa, promossa il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, intende promuovere e valorizzare la lettura.
Con la qualifica di “Città che legge”, il Comune di Mantova si impegna a promuovere la lettura sul proprio territorio, a sostenere la crescita socio-culturale delle comunità urbane attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di migliorare la qualità della vita.
In sostanza, viene riconfermato non solo l’impegno profuso per la promozione della lettura, in particolare tra i giovani e i giovanissimi, ma soprattutto si guarda al futuro in modo da favorire lo sviluppo culturale imprescindibile per la crescita intellettuale, sociale ed economica della comunità.

Mantova è stata una “Città che legge”

Mantova è stata una “Città che legge” nella programmazione culturale del 2020 organizzando la rassegna Baratta+, e la neonata Barattaalcubo (gli eventi per l’estate nel cortile esterno del Baratta): oltre 150 eventi per bambini, ragazzi ed adulti, per un totale di circa 1.200 presenze. Senza dimenticare la collaborazione con il Festivaletteratura ha dato origine al nuovo percorso “Collane”, che ha rappresentato la prima vera incursione organizzata da Festivaletteratura tra gli scaffali delle due principali biblioteche cittadine, la
Teresiana e il Baratta.

Attesi ospiti e rassegne importanti

Per la stagione invernale sono attesi ospiti, rassegne, incontri, laboratori, con la volontà di mantenere vive e attive le iniziative congiunte di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni.
La qualifica di “Città che legge” consentirà a ciascun Comune con questa attestazione di partecipare ai bandi per l’attribuzione di contributi economici, premi ed incentivi che il Centro per il libro e la lettura predisporrà per premiare i progetti più meritevoli.

Il Covid arriva alle scuole superiori mantovane, altre due classi in isolamento

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia