Cultura

Epidemia di diabete: l'Asst di Mantova lancia l'allarme

Il 26 ottobre 2019 ad Asola specialisti e medici di famiglia a confronto.

Epidemia di diabete: l'Asst di Mantova lancia l'allarme
Cultura Mantova, 24 Ottobre 2019 ore 10:53

Epidemia di diabete tra nuovi farmaci e l'esigenza di una maggiore informazione.  Incidenza della malattia in aumento, ma esistono terapie rivoluzionarie. Il 26 ottobre 2019 ad Asola specialisti e medici di famiglia a confronto.

Il diabete sta diventando un'epidemia

Il diabete sta diventando anche in ottica di previsione futura, un’epidemia, con un previsto aumento di incidenza dall'attuale 6% della popolazione al 10 per cento circa, atteso nel 2040 (dati italiani).
Il 26 ottobre, alle 8.30, nella sala Comunale di Asola, si terrà un convegno dal titolo Diabetologia e territorio, che vedrà coinvolti autorevoli specialisti, fra i quali per ASST di Mantova Stefano Fazion (Carlo Poma) e i colleghi dell’ospedale di Asola Marco Ghirardini, Nicola Venturi e Maria Luisa Spina.
Secondo i dati dell’Osservatorio epidemiologico cardiovascolare, raccolti a partire dal 1998 e pubblicati sul sito del Progetto Cuore, in Italia il 10 per cento degli uomini e il 7 per cento delle donne è diabetico, l’8 per cento degli uomini e il 4 per cento delle donne è in una condizione border line (intolleranza al glucosio) e il 23 per cento degli uomini e il 21 per cento delle donne è affetto da sindrome metabolica. Tra gli anziani (età compresa fra 65 e 74 anni), è diabetico il 20 per cento degli uomini, il 15 per cento delle donne e il 12 per cento delle donne in menopausa (età media 62 anni).

Approcci terapeutici rivoluzionari

Gli ultimi anni hanno visto l’introduzione di approcci terapeutici rivoluzionari che si stanno dimostrando in grado di modificare la storia naturale della malattia e delle complicanze ad essa legate. Infatti nel diabete mellito tipo 2 diventa fondamentale il raggiungimento di obiettivi terapeutici che vadano al di là del semplice controllo glicemico e che invece raggiungano importanti risultati sulla prevenzione degli eventi cardiovascolari renali.
I nuovi farmaci messi in commercio nell’ultimo decennio hanno anche il grande vantaggio di non mandare in ipoglicemia il paziente. Anche le insuline oggi utilizzate sono molto più efficaci e provocano meno ipoglicemie, rispetto a quelle della vecchia generazione. AMD e SID auspicano che i farmaci innovativi, oggi sottoutilizzati, siano impiegati di più, sostituendo quelli vecchi, che non hanno pari efficacia e sicurezza. Una delle ragioni di questo sottoutilizzo va ricercata nei limiti posti ai medici di famiglia nell’ambito della prescrizione dei medicinali di nuova generazione.

Giornata formativa

La giornata formativa del 26 ottobre ha l’obiettivo di formare la Medicina Generale del territorio sulle nuove molecole e sulle opzioni di trattamento oggi disponibili. La conoscenza di questi farmaci si rende necessaria per il raggiungimento degli obiettivi terapeutici e per un ottimale rapporto sinergico fra diabetologo e medico di medicina generale. Il programma dell’evento sul sito www.asst-mantova.it.

TORNA ALLA HOME