PER NON ANNOIARSI

Cosa fare a Mantova nel weekend del 23 e 24 maggio 2020

Appuntamenti ed eventi in questa ultima fase di lockdown... anche se solo in virtuale.

Cosa fare a Mantova nel weekend del 23 e 24 maggio 2020
Mantova, 22 Maggio 2020 ore 11:03

Anche in tempi di lockdown è possibile fare qualcosa di divertente, piacevole e istruttivo. E’ ormai un fiorire di iniziative che permettono di fruire digitalmente di percorsi artistici, con la tecnologia si può arrivare ovunque e abbattere ogni barriera. Mantova, città d’arte e cultura nota in tutto il mondo, non fa eccezione.

Cosa fare a Mantova nel weekend del 23 e 24 maggio 2020

A partire dal 10 aprile 2020, e successivamente ogni venerdì, i Musei Civici di Palazzo Te e di San Sebastiano presenteranno online i tesori delle collezioni d’arte del Comune di Mantova. Grazie a questo progetto, realizzato in collaborazione con gli Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani, ogni venerdì sarà l’occasione per scoprire da casa un’opera diversa, muovendosi nell’eclettico mondo delle collezioni civiche mantovane che spaziano dal periodo egizio di Giuseppe Acerbi, attraversano le raccolte antiche dei Gonzaga e i tesori rinascimentali sino a giungere alla nutrita raccolta ottocentesca di Arnoldo Mondadori.
Inoltre una serie di appuntamenti per i più piccoli consentirà, attraverso il gioco, di far conoscere e raccontare alcuni aspetti della decorazione delle sale e degli oggetti antichi e, grazie al contributo della cooperativa Abibook verrà proposto alle scuole, mantovane e non, un kit con giochi, attività e illustrazioni propedeutico alla visita dei Musei Civici. Il kit sarà reso disponibile prossimamente anche online e scaricabile in fomato pdf.
Si potrà accedere ai diversi contenuti dal sito web, da YouTube (Musei Civici Mantovani) e dai canali social Facebook (Palazzo Te e Musei Civici) e Instagram (palazzoteemuseicivici).

A Mantova è stata realizzata la prima esperienza di valorizzazione artistica fruibile a tutti gli utenti del mondo grazie alla tecnologia Google: utilizzando Google Street View gli utenti possono effettuare una visita a 360 gradi del Museo e Parco di Palazzo Te, e ammirare il complesso decorativo del Palazzo, con capolavori come la Camera dei Giganti, la Camera di Amore e Psiche e la Camera del Sole e della Luna. Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione tra la città di Mantova e il Google Cultural Institute per rendere disponibili sulla piattaforma Google Arts and Culture alcuni dei luoghi d’arte e dei capolavori più iconici in occasione della nomina di Capitale Italiana della Cultura 2016.

Altri appuntamenti imperdibili

Ma non c’è solo Mantova… Stando ancora in semi-quarantena, con la fantasia (ma soprattutto grazie a Internet) possiamo permeterci di spaziare praticamente ovunque. Dove? Le possibilità sono davvero tantissime.

Viaggio a Pompei

Perché non concedersi una viaggio (seppure virtuale) a Pompei? Grazie ai profili social ufficiali, è possibile quotidianamente visitare e ammirare le bellezze di Pompei  e seguire i lavori di restauro e manutenzione. Il sito web del Gran Palais di Parigi permette di vedere in anteprima, il video della futura mostra “Pompéi” che ha in programma. Ecco una pillola di ciò che potrete trovare nel sito.

Goditi Tiziano e Caravaggio

L’Accademia Carrara di Bergamo, con i progetti #vistadacasa e #museichiusimuseiaperti, racconta sul sito web e sui social, approfondimenti dedicati alla mostra “Tiziano e Caravaggio in Peterzano” e  alle collezioni permanenti del museo.

Oltre 750 opere del Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Sul sito del Museo Archeologico Nazionale di Napoli è possibile visitare oltre settecentocinquanta opere, il direttore Paolo Giulierini racconta tre mostre che saranno presenti alla riapertura del museo, dedicate alla preistoria, agli etruschi e ai gladiatori.

Mudec: arte social

Anche il Mudec non si ferma e all’insegna di #MudecDelivery/L’arte a casa tua viene a domicilio nelle nostre abitazioni con un’infinità di contenuti speciali. Tramite i canali social la Collezione Permanente viene illustrata con videoclip, card animate, post divertenti, videointerviste e anteprime.

Scoprire Ercolano

Parco Archeologico Ercolano: attraverso i social andremo alla scoperta dell’antica Ercolano. Ogni mercoledì nuovi contributi metteranno in evidenza i valori culturali di un sito archeologico unico al mondo e patrimonio dell’umanità.

Il Palazzo d’Inverno e l’Hermitage

Il Palazzo d’Inverno di San Pietroburgo, maestosa residenza invernale dello zar, spalanca le sue porte all’Italia. Il video in lingua italiana, ci permette di visitare le sale più importanti e significative dell’Hermitage.

Racconti in tempo di peste

Come nel Decameron, sulla pagina Facebook di Racconti in tempo di peste, dallo scorso 9 Marzo 100 artisti hanno deciso di regalare la propria arte per 100 giorni. “Racconti in tempo di peste” presenta un’opera diversa ogni giorno alle 12.00.

Dentro la maestosa Venaria

La Reggia di Venaria di Torino, capolavoro indiscusso di Filippo Juvarra, potrà essere ammirata anche da casa: in qualsiasi momento della giornata ci si può lasciare trasportare dalle sue spettacolari scenografie di luce.

Tante iniziative online dalla Pinacoteca di Brera

Anche la pinacoteca di Brera si oppone al Coronavirus: oltre alle collezioni online, permette di ammirare centinaia di opere con foto ad altissima risoluzione. C’è inoltre un’iniziativa interessante e nuova: chi vuole conoscere la storia di un quadro o scoprire il lato ‘nascosto’ del museo, può guardare i video dal titolo “appunti per una resistenza culturale”, che dimostrano come combattere insieme permette di vincere.

Il Prado e il Louvre

Due fra le istituzioni museali più famose e iconiche del pianeta aprono le porte. E’ possibile effettuare un tour virtuale al Museo del Prado di Madrid una delle pinacoteche più importanti del mondo per visitare opere dei maggiori artisti italiani, spagnoli e fiamminghi, fra cui Beato Angelico, Andrea Mantegna, Raffaello Sanzio. Chiudiamo con la ciliegina sulla torta: una visita virtuale nelle sale espositive e le gallerie del Louvre, che ospita oltre 380.000 oggetti e opere d’arte.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia