Cultura
Mantova

Dal direttore della Pinacoteca di Brera alla traduttrice di Harry Potter: tanti eventi al Festivaletteratura

Arriva anche Beatrice Masini, traduttrice dei celebri romanzi di Harry Potter

Dal direttore della Pinacoteca di Brera alla traduttrice di Harry Potter: tanti eventi al Festivaletteratura
Cultura Mantova, 08 Settembre 2022 ore 12:17

Nella giornata di oggi, giovedì 8 settembre, il Festivaletteratura prosegue con un ricco palinsesto: più di 60 eventi tra incontri, laboratori, spettacoli teatrali, mostre e lezioni.

Alcuni degli ospiti della seconda giornata

Anche oggi, giovedì 8 settembre 2022, sono tanti gli ospiti della seconda giornata del Festivaletteratura che giunge così al secondo giorno.

Tra i vari ospiti ci sono la scrittrice per l’infanzia Vera Salton, il direttore della Pinacoteca di Brera James Bradbourne, i vincitori del Man Booker Prize Damon Galgut e Ben Okri, la traduttrice di Harry Potter Beatrice Masini, l’autrice inglese Sally Bayley, il fotografo Olivo Barbieri, la scrittrice, viaggiatrice e antropologa Erika Fatland, la scrittrice e ricercatrice di Cambridge Helen Macdonald, la giornalista americana Sarah Smarsh, il rapper e cantautore torinese Willie Peyote, l’autore e comico tv Saverio Raimondo, lo scrittore e disegnatore Frédéric Pajak e il grande autore statunitense William T. Vollmann.

Il taglio del nastro

Nel frattempo ieri, mercoledì 7 settembre 2022, in piazza Sordello si è tenuta l'inaugurazione del Festivaletteratura alla presenza delle autorità, degli organizzatori e del sindaco di Mantova Mattia Palazzi.

Storie nazionali e tensioni globali

Festivaletteratura, che prosegue fino a domenica 11 settembre 2022, guarda a storie nazionali e tensioni globali, crisi identitarie e percorsi di emancipazione, diritti di base e paesaggi in trasformazione attraverso romanzi, raccolte poetiche, narrazioni giornalistiche, memoir, carteggi d’autore, albi a fumetti, testi teatrali, che avvertono spesso per primi e con più forte sentire quello che avviene (o sta per avvenire) accanto a noi o poco più lontano.

Un’esplorazione, quella del Festival, che certo non si isola nelle storie, ma che porta a continui e inevitabili sconfinamenti verso le altre arti, le scienze, i nuovi linguaggi espressivi, le più disparate discipline: nascono così i confronti inediti – a volte audaci – tra scrittori, ricercatori, attivisti, donne e uomini d’arte e d’ingegno che liberano la loro energia di pensiero nelle piazze di Mantova.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter