Castiglione delle Stiviere

Violenta rissa nel parcheggio del McDonald’s: spuntano bastoni e un coltello

Cinque persone sono state arrestate.

Violenta rissa nel parcheggio del McDonald’s: spuntano bastoni e un coltello
Alto Mantovano, 12 Giugno 2020 ore 17:47

Una violenta rissa è scoppiata verso le 3 di ieri notte in pieno centro a Castiglione, nel posteggio vicino al McDonald’s. Cinque persone arrestate.

Lite tra dipendenti e clienti

Tutto è scaturito da una discussione tra dipendenti del Mcdonald’s e due clienti. I primi, 3 cittadini di nazionalità egiziana, che si trovavano all’interno del locale per completare le pulizie di fine serata quando si sono presentati due marocchini che chiedevano di poter consumare un panino e bere una birra. Al rifiuto dei dipendenti che riferivano di non poterli servire in quanto il locale era già chiuso, è arrivata la reazione dei due clienti che invece pretendevano di poter mangiare e bere. Prima, un’accesa discussione nel locale che apparentemente pareva essersi placata, ma poi, quando i tre dipendenti hanno finito il loro turno e sono usciti dal locale si sono trovati di fronte i due marocchini che non contenti del trattamento ricevuto riavviavano la discussione e questa volta con toni molto più accesi.

Bastoni e coltelli

Prima ci sono stati gli insulti verbali, poi si è passati alle mani. Calci, pugni e spintoni e poi botte da orbi. I partecipanti alla rissa hanno iniziato a spintonarsi, quindi sono volati calci e pugni e poi sono comparsi dei bastoni che brandivano colpendosi reciprocamente, e alla fine è spuntato anche un coltello.

L’arrivo dei carabinieri

La concitata situazione e le urla hanno fortunatamente attirato l’attenzione di un passante che ha avvertito la Centrale Operativa dei Carabinieri che ha subito inviato un paio di pattuglie. Alla vista dei Carabinieri i contendenti hanno cercato di dileguarsi ma sono stati subito bloccati dai militari.

Per due di loro, anche se solo a scopo precauzionale, si sono rese necessarie le cure mediche dell’ospedale in quanto presentavano, uno una tumefazione alla testa e l’altro ad una gamba. Per entrambi, 7 giorni di prognosi e dimessi con qualche cerotto.

Sul posto, nascosto dietro una siepe, è stato trovato e sequestrato il coltello da cucina che brandiva uno dei rissanti, ma non i bastoni che probabilmente erano stati già portati via da qualche altro connazionale intervenuto per calmare gli animi e allontanatosi prima dell’arrivo dei militari.

Cinque arresti

I cinque, tutti incensurati e di età compresa tra i 26 e 40 anni, residenti nell’alto mantovano, sono stati accompagnati presso gli Uffici del Nucleo Operativo e Radiomobile per le procedure di rito. Qui, i militari, dopo aver ascoltato le versioni di tutti che ovviamente hanno scaricato reciprocamente le responsabilità, hanno visionato i filmati del sistema di video sorveglianza attivo nella zona che ha fatto chiarezza sull’accaduto.

Raccolti tutti gli elementi i militari hanno pertanto proceduto all’arresto del gruppetto, composto come detto da tre cittadini egiziani e due marocchini, in quanto ritenuti responsabili di rissa aggravata, lesioni personali aggravata e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

I cinque sono stati accompagnati presso le rispettive abitazioni in regime di custodia domiciliare, a disposizione dell’A.G. Mantovana che li giudicherà con rito direttissimo.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia