Cronaca
nel 2021

Vaccini antinfluenzali, ultimo atto? 50mila dosi a dicembre e 500mila… a gennaio

Il 90% delle ultime dosi acquistate arriverà nel 2021. A fornirle, una società di Roma attiva da agosto.

Vaccini antinfluenzali, ultimo atto? 50mila dosi a dicembre e 500mila… a gennaio
Cronaca Mantova, 10 Dicembre 2020 ore 08:20

E’ andata a buon fine l’ultima gara, la tredicesima, di Regione Lombardia per i vaccini antinfluenzali, anche se si dovrà aspettare il 2021 per il “grosso” della fornitura.

Vaccini, chiuso l’acquisto. Fornitura a gennaio

Prime gare a febbraio, campagna vaccinale iniziata a ottobre, rassicurazioni che “novembre è il mese giusto”, rinvii a metà dicembre e ora dosi in arrivo a gennaio. Cinquantamila subito, 500mila nel primo mese del 2021. Si spera. Così prevede il contratto siglato con la Solstar Italia, società che si è aggiudicata il 13esimo bando di gara emesso da Aria Spa (la centrale acquisti regionale).

Un calendario che, secondo il consigliere regionale Pd Samuele Astuti, è l’ultima prova di “un fallimento conclamato”:

“Con l’ultima gara la Regione trova 50 mila vaccini antinfluenzali per metà dicembre  e 500 mila forse per metà gennaio. Il fallimento è conclamato. Il 30 novembre scorso Aria ha indetto la tredicesima gara d’urgenza per recuperare le 700 mila dosi mancanti, a detta dello stesso direttore generale  della Sanità, Marco Trivelli. La gara, del valore di 9 milioni di euro, è stata aggiudicata il 7 dicembre scorso a Solstar, unico operatore dei tre partecipanti ad avere almeno l’autorizzazione alla vendita dei farmaci da banco“.

Una società “fresca”

Il forse risulta legato proprio all’affidabilità della società, non certo un fornitore “storico” e dal lungo curriculum: la società con sede a Roma è stata costituita il 4 giugno, iniziando l’attività il 5 agosto con un capitale sociale di 10mila euro e un sito internet che risulta ancora “in costruzione”.

“Dopo tutte le toppe che ha preso Regione Lombardia avrei auspicato l’affidamento di questo approvvigionamento ad una società solida, di esperienza, e capace di gestire una commessa da 9 milioni di euro – commenta il consigliere – Il risultato è che ai cittadini lombardi arriveranno solo 50 mila dosi entro metà dicembre e 500 mila entro il 15 gennaio prossimo. In sostanza – conclude – la campagna antinfluenzale della Regione è un fallimento conclamato, tanto evidente quanto innegabile. E’ tempo che la giunta Fontana ammetta le sue colpe e  prenda atto del proprio fallimento”.

LEGGI ANCHE:

Covid-19: nuova ordinanza di Regione Lombardia in vigore da oggi