Menu
Cerca
Castiglione delle Stiviere

Ubriaco ferma i Carabinieri poi si accorge che sono militari e li aggredisce

Si tratta di un uomo di 32 enne residente in paese.

Ubriaco ferma i Carabinieri poi si accorge che sono militari e li aggredisce
Cronaca Mantova, 24 Maggio 2021 ore 14:37

Aggredisce e minaccia i Carabinieri di Castiglione delle Stiviere: arrestato.

Prima ferma i Carabinieri, poi li aggredisce

E’ la tarda serata 23 maggio 2021 quando una pattuglia dei Carabinieri di Viadana, in servizio di ispezione nel territorio dell’Alto Mantovano, si imbatte in un individuo in mezzo alla strada, barcollante e con un bicchiere di carta in mano, il quale ha fatto cenno all’autovettura dell’Arma di fermarsi.

Accortosi che sul mezzo vi erano i Carabinieri, l’uomo si è subito innervosito e, alla richiesta di fornire i propri documenti, ha iniziato a oltraggiare ed insultare i militari che, nel frattempo, visto il comportamento non proprio idilliaco del soggetto fermato, hanno richiesto alla Centrale Operativa dei Carabinieri della Compagnia di Castiglione delle Stiviere l’intervento di un'altra pattuglia.

Sul posto convergevano immediatamente i militari della Stazione di Castel Goffredo i quali, non facevano altro che aumentare l’ira dell’uomo che continuava a minacciare i militari, prendendone di mira uno in particolare, donna, apostrofandola con espressioni sessiste. L’individuo, dopo essersi scagliato anche contro un passante ed aver spintonato i militari dell’Arma, è stato finalmente bloccato ed immobilizzato, anche se con molta fatica visto che continuava ad opporre resistenza.

Si tratta un 32enne di Castiglione delle Stiviere

Accompagnato in caserma, è stato identificato in L.A., 32enne residente in Castiglione delle Stiviere, e tratto in arresto poiché responsabile dei reati di violenza, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale.
Il 32enne, trattenuto presso la camera di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Castiglione delle Stiviere, dovrà ora rispondere all’Autorità Giudiziaria di Mantova, con rito direttissimo, per i reati commessi.