lotta alla criminalità

Trovati cocaina e hashish nascosti in un fossato nella campagna mantovana

Il Questore ha disposto anche 76 revoche di permessi di soggiorno, e 3 ordini di allontanamento dal territorio nazionale. 

Trovati cocaina e hashish nascosti in un fossato nella campagna mantovana
Cronaca Mantova, 29 Aprile 2021 ore 10:21

Gli agenti della Polizia di Stato, coordinati dall’Ufficio Immigrazione della Questura, hanno effettuato una complessa operazione di polizia disposta dal Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori finalizzata, in particolare, alla verifica ed al controllo dei titoli di soggiorno e delle singole posizioni giuridiche nei confronti di cittadini extracomunitari dimoranti nel nostro territorio e sottoposti a procedimenti penali per varie tipologie di reato, ovvero coinvolti a vario titolo in attività illegali. Sequestrati cocaina e hashish: 76 revoche di permessi di soggiorno, e 3 ordini di allontanamento dal territorio nazionale.

L'operazione della Polizia di Mantova

L’operazione, che ha interessato il Capoluogo e vari Comuni della Provincia di Mantova, è coincisa anche con specifiche attività investigative sviluppate dalla Squadra Mobile della Questura, le quali hanno interessato in particolar modo gli ambienti del traffico di stupefacenti. In questo contesto, occultate in un nascondiglio nei pressi di un fossato lungo una strada sterrata di campagna, è stato rinvenuto e sequestrato un involucro contenente:

  •  1 confezione di hashish di circa 20 grammi;
  • 1 vasetto con al suo interno 15 grammi di cocaina;
  • altri 29 vasetti più piccoli, chiusi con un tappo di sughero, anch’essi contenenti 50 grammi di cocaina;
  • 2 bilancini digitali di precisione;
  • numerosi sacchetti di cellophane utilizzati per il confezionamento ed il successivo spaccio delle sostanze stupefacenti.

Al termine delle attività di Polizia, rientranti nella più complessa strategia di prevenzione dei reati in genere, il Questore Sartori ha adottato i seguenti provvedimenti:

76 Revoche di Permesso di Soggiorno nei confronti di cittadini extracomunitari già in possesso di validi Titoli di soggiorno ma che, per vari motivi – tra i quali quello di aver commesso reati di diversa tipologia, ostativi al proseguo della loro regolare permanenza in Italia – si è resa necessaria la revoca dei Permessi di Soggiorno, con intimazione a lasciare entro 15 giorni il nostro Territorio Nazionale.
3 Decreti di allontanamento dal Territorio Nazionale nei confronti di altrettanti cittadini extracomunitari presenti illegalmente nel nostro Paese, con intimazione ad uscire dall’Italia nel termine perentorio di 7 giorni.

Il commento del Questore Sartori

“Vi sono aree urbane che più di altre appaiono potenzialmente inclini a divenire luoghi di degrado e di ritrovo abituale di individui dediti alla commissione di reati, ove maggiore è il rischio che possano radicarsi sul nostro territorio soggetti pregiudicati, spesso privi del necessario titolo per soggiornare nel nostro Paese. Queste operazioni straordinarie di controllo del territorio – ha evidenziato il Questore Sartori – sono finalizzate a prevenire che ciò accada, e ad evitare che costoro, con i loro comportamenti, possano destare particolare allarme sociale e compromettere la civile convivenza. L’obiettivo è quello di mantenere il più elevato possibile il livello di legalità nella nostra Provincia, facendo percepire alla cittadinanza la vicinanza delle Istituzioni ai problemi ed alle esigenze da essa ritenuti imprescindibili”.