Trasporto merci e passeggeri, porti Mantova e Cremona valida alternativa alle infrastrutture stradali

Una modalità di trasporto che presenta notevoli vantaggi in termini di sicurezza e sostenibilità.

Trasporto merci e passeggeri, porti Mantova e Cremona valida alternativa alle infrastrutture stradali
05 Ottobre 2018 ore 14:09

Trasporto merci e passeggeri: i porti di Mantova e di Cremona sono da considerarsi una valida alternativa alle infrastrutture stradali.

Trasporto merci e passeggeri

“Il trasporto di merci e passeggeri lungo il sistema idroviario del Nord Italia, sul quale sono ubicati i porti core della rete centrale TEN-T di Cremona e Mantova, non può continuare a essere penalizzato dall’eccessiva burocrazia amministrativa e dalla mancata adozione di misure perequative rispetto alle altre modalità di trasporto”. A dirlo è Massimiliano Grimaldi, Presidente dell’Associazione Italiana di Diritto della navigazione interna nel corso della Tavola rotonda tenutasi a Roma alla Camera dei Deputati sul “Trasporto di merci e passeggeri per idrovie interne e fluviomarittimo. Stato dell’arte e interventi normativi urgenti per la valorizzazione di un trasporto green”.

“I gravi e sempre più frequenti eventi mortali verificatisi negli ultimi anni a causa del precario stato delle infrastrutture stradali dovrebbero imporre – continua Grimaldi – un’accelerazione del processo attuativo del Piano nazionale strategico della portualità e della logistica in relazione alla valorizzazione del trasporto per idrovie interne e fluviomarittimo “. Richiamata la necessità di uno “stakeholder management” innovativo con l’obbiettivo di assicurare il coinvolgimento appropriato di tutti i potenziali partner turistici e commerciali.

Nuove opportunità

Le associazioni degli armatori fluviali, turistici e commerciali hanno inoltre posto in evidenza le nuove opportunità offerte dalle idrovie per lo sviluppo territoriale, ancora di più adesso che con l’inaugurazione a settembre di due nuove conche a Isola Serafini sul Po a Piacenza e a Mantova fra i laghi e l’idrovia Mantova Adriatico, sono stati risolti i colli di bottiglia inibitori, aprendo di fatto alle Imprese e ai distretti turistici/produttivi un reticolo navigabile sempre più sicuro e diffuso.

Sicurezza e sostenibilità

Da parte dei presenti è stata rimarcata la necessità di una adeguata valorizzazione di questa importante modalità di trasporto che presenta notevoli vantaggi in termini di sicurezza e sostenibilità.

Tra i presenti il Vice Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Edoardo Rixi, e il Vice Presidente della IX Commissione Trasporti della Camera Deborah Bergamini.
Sono intervenuti anche Enrico Grassi Principal Auditor della Corte dei Conti Europea e Capo Equipe nel controllo di gestione sul tema del trasporto per vie navigabili in Europa e Cesare Bernabei, Active Senior Advisor presso la Direzione Generale della politica Regionale ed Urbana, DG-Regio della Commissione Europea.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia