lotta allo spaccio

Tradito dall'atteggiamento sospetto, prima tenta la fuga poi di ingoiare la droga

Alla vista degli Agenti il giovane ha iniziato ad agitarsi ed a muoversi con fare sospetto.

Tradito dall'atteggiamento sospetto, prima tenta la fuga poi di ingoiare la droga
Cronaca Mantova, 05 Agosto 2021 ore 16:02

Fermato dalla Polizia in centro città: spacciatore tenta la fuga e di ingerire la droga per non essere scoperto.

I controlli degli Agenti

Nel pomeriggio di ieri mercoledì 4 agosto 2021 gli Agenti di Polizia, impegnati nei normali servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione e alla repressione di reati nel Centro Cittadino, hanno individuato un giovane che, alla loro vista, ha iniziato ad assumere un comportamento strano, ad agitarsi ed a muoversi con fare sospetto nelle pertinenze di un condominio di via Cappello.

Tradito dall'atteggiamento sospetto

I poliziotti, pertanto, hanno deciso di procedere all’immediato controllo del soggetto, il quale, sin da subito, ha iniziato ad avere un atteggiamento poco collaborativo ed insofferente nei confronti di coloro che lo stavano controllando.

Dopo averlo fermato, gli Agenti di Polizia, quindi, hanno proceduto ad effettuare, tramite la Centrale Operativa della Questura, il consueto controllo del nominativo alla Banca Dati del Ministero dell’Interno, dal cui esito si è potuto appurare che M. R. – 19enne di origini tunisine, attualmente in attesa del rilascio del Permesso di Soggiorno da parte della Questura di Chieti – aveva a suo carico numerose denunce e conseguenti procedimenti penali in corso per reati di diversa natura e gravità, quali, ad esempio, spaccio di sostanze stupefacenti, evasione, violazione di domicilio e violazione degli obblighi inerenti il soggiorno nella città di Modena.

A seguito di quanto rilevato, ed in considerazione anche dell’atteggiamento sempre più insofferente del soggetto, gli Agenti hanno deciso quindi di sottoporlo ad una perquisizione personale sul posto e, di seguito, di accompagnarlo negli Uffici di Piazza Sordello per ulteriori accertamenti.

Prima tenta la fuga, poi di ingerire la droga

Durante le fasi della perquisizione, tuttavia, M. R. ha cercato dapprima di darsi alla fuga per sottrarsi alla Polizia, e poi di ingerire le dosi di sostanze stupefacenti, già confezionate, che teneva nascoste nel palmo della mano. La pronta reazione degli Agenti, però, era in grado di scongiurare la reazione del soggetto, che veniva immediatamente bloccato, evitando in tal modo anche possibili gravi conseguenze per la salute stessa del 19enne fermato.

Nel prosieguo delle attività di controllo effettuate negli Uffici della Questura sono stati rinvenuti, tra gli indumenti di M. R., una consistente quantità di sostanze stupefacenti di vario genere – che venivano fatte analizzare tramite “narcotest” dal Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica di Mantova – nonché, nel suo portafoglio, diverse centinaia di Euro in banconote da 20, ben nascoste e piegate con accuratezza tra gli scontrini, provento della attività di spaccio.

Denunciato per possesso ai fini di spaccio di stupefacenti

Al termine delle Operazioni di Polizia M.R. è stato quindi denunciato alla Procura della Repubblica di Mantova per possesso ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre la droga ed il denaro contante venivano sequestrati e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’Ufficio Immigrazione della Questura, su disposizione del Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori, ha avviato le procedure d’urgenza in modo che M.R. venga espulso dal nostro territorio nazionale e rimpatriato nel Paese di provenienza non appena terminato l’iter giudiziario.