Traditi dall’inconfondibile odore del fumo di sostanze stupefacenti

Uno dei due ragazzi è stato trovato in possesso di alcune dosi di hashish e marijuana.

Traditi dall’inconfondibile odore del fumo di sostanze stupefacenti
Cronaca Mantova, 29 Luglio 2019 ore 14:23

Adottati dal Questore numerosi provvedimenti: un ammonimento, 11 avvisi orali, 3 fogli di via obbligatori e sette revoche permessi di soggiorno con obbligo di lasciare il territorio nazionale.

Traditi dall’inconfondibile odore del fumo

Nel pomeriggio di ieri, 28 luglio 2019, la Volante controllava due giovani in bicicletta sul Lungolago Arlecchino, insospettiti dal comportamento anomalo dei due e dall’inconfondibile odore del fumo di sostanze stupefacenti. Uno dei due ragazzi è stato trovato in possesso di alcune dosi di hashish e marijuana, per cui veniva sanzionato amministrativamente per uso personale. Lo stesso giovane, F.C.F. del 1994, è stato inoltre denunciato per resistenza a pubblico ufficiale dal momento che, nel tentativo di sottrarsi al controllo, ha dato una spinta ad uno degli Agenti tentando la fuga. Immediatamente bloccato, è stato accompagnato in Questura per la contestazione dei comportamenti illegali da egli tenuti.

Le attività di controllo

Le operazioni di controllo del territorio disposte dal Questore Sartori, nello scorso fine settimana, hanno avuto come obbiettivo principale quello di svolgere una forte azione di contrasto dei reati predatori, ed in particolare del fenomeno dei furti in abitazione, che proprio nella stagione estiva subisce un incremento a causa dell’assenza di molti cittadini che si recano in vacanza. L’azione di prevenzione si è quindi concretizzata aumentando i livelli di sicurezza nei quartieri urbani, con interventi improntati alla massima “visibilità”, così da essere efficacemente percepiti.

Attività di controllo nelle aree più a rischio

Le attività di controllo hanno visto l’impiego di personale del Reparto Prevenzione Crimine, della Squadra Volante, Squadra Mobile, Ufficio Immigrazione, Polizia Scientifica, Polizia Stradale, Guardia di Finanza e Polizia Locale, con sistematici controlli nelle aree c.d. “a rischio”, quali piazza Cavallotti, Piazza Don Leoni, Stazione ferroviaria, Piazza Martiri, oltre ai quartieri cittadini (Angeli, Ponte Rosso, Colle Aperto).

Non sono mancati i controlli ai giardini pubblici, primi fra tutti i giardini Nuvolari e Chiosco Viola, e nelle zone residenziali di Porto Mantovano e Curtatone, oltre che nelle zone extraurbane che registrano la presenza – nelle ore serali e notturne – di soggetti dediti alla prostituzione, i quali, qualora sorpresi all’atto dell’adescamento dei clienti, vengono “multati” e allontanati dalla zona.
In occasione dell’articolato servizio, che ha visto l’impiego di oltre 20 equipaggi automontati e di oltre 40 Agenti e Finanzieri, si è anche proceduto al controllo dei veicoli in transito tramite il sistema di lettura delle targhe denominato “Mercurio”, che consente di individuare in tempo reale i veicoli provento di furto.

Due espulsioni di extracomunitari clandestini

Sono state inoltre effettuate due espulsioni di extracomunitari clandestini pluripregiudicati sono stati espulsi con accompagnamento nei Paesi di provenienza. In particolare H.M., cittadino tunisino, classe 1987, e S.D.N.M.V., cittadino brasiliano, classe 1994, entrambi pluripregiudicati per reati contro la persona ed il patrimonio, sono stati accompagnati alla frontiera per essere rimpatriati nei loro Paesi di origine.

Disposte sette revoche di permessi di soggiorno

A seguito dei controlli il Questore ha anche disposto sette revoche di permessi di soggiorno nei confronti di altrettanti cittadini extracomunitari che non hanno più titolo per soggiornare legittimamente nel nostro Paese. Per uno di essi – K.A., cittadino marocchino classe 1977 – è scattato anche l’Ordine di espulsione dal territorio nazionale.

Le attività di controllo nei locali del Mantovano

La Polizia Amministrativa della Questura ha effettuato i controlli di competenza in vari Locali, per contrastare la vendita illegale a minori e l’abuso di alcolici, nonché per prevenire il fenomeno del gioco illegale che veda coinvolti minorenni.

Innervosito alla vista degli agenti, scoperto con un coltello a serramanico di 16 cm

Nell’ambito dei controlli presso i Centri Commerciali frequentati da numerosi turisti, gli Agenti della Questura sottoponevano a controllo un veicolo sospetto che transitava nell’area parcheggio del “Boma”. A carico del conducente (C.G., classe 1969, italiano) sono emersi numerosi precedenti penali quali spaccio di sostanze stupefacenti, minaccia aggravata e violazione degli obblighi di assistenza familiare. Visto il crescente nervosismo dell’uomo, gli Agenti effettuavano una perquisizione del soggetto estesa al veicolo, rinvenendo – sotto il bracciolo adiacente al guidatore – un coltello a serramanico della lunghezza di circa 16 cm, di cui l’uomo non sapeva fornire giustificazioni plausibili.
L’arma è stata sequestrata e C.G. denunciato per porto abusivo di arma.

Il complesso risultato delle attività di controllo

La complessiva attività ha permesso di identificare 331 persone, di cui 68 pregiudicate; 9 sono gli esercizi pubblici controllati. Nel corso di specifici posti di controllo, effettuati in corrispondenza degli accessi alla città, venivano fermati e controllati 218 veicoli con il concorso della Polizia Stradale e della Polizia Locale, ed elevate 12 contravvenzioni ai sensi del Codice della Strada.

Il Questore, al termine dei servizi, ha inoltre emesso 11 Avvisi Orali e 3 Fogli di Via Obbligatori a carico di altrettante persone gravate da precedenti penali e di polizia. Nei confronti di un quarantenne mantovano è stato infine emesso un Ammonimento del Questore, a seguito di episodi di maltrattamenti in famiglia.

LEGGI ANCHE: Violentata in piscina durante il Cred: è ancora buio fitto

TORNA ALLA HOME 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità