Messa in sicurezza

Strade, teatro e opere post sisma: partiti i lavori a Gonzaga

Interventi pianificati utilizzando le risorse stanziate da Regione Lombardia.

Strade, teatro e opere post sisma: partiti i lavori a Gonzaga
Cronaca Sotto il Po, 20 Dicembre 2020 ore 11:35

Con l’avvio dei lavori in viale Repubblica, sono entrate nel vivo le opere di manutenzione straordinaria della viabilità e di abbattimento delle barriere architettoniche che il Comune di Gonzaga ha pianificato utilizzando le risorse stanziate da Regione Lombardia con la legge regionale 9 del 4 maggio scorso.

Strade

Le opere riguardano la messa in sicurezza dell’incrocio di via Pavesa a Bondeno e di viale Repubblica a Gonzaga, dove sarà realizzato un camminamento protetto a livello della strada, autorizzato anche per il transito delle biciclette. La spesa complessiva per i due interventi ammonta a 110.000,00 euro. Pianificata, inoltre, la riqualificazione di strada Marina a Gonzaga, dove è analogamente prevista la creazione di un camminamento a livello stradale, con abbattimento delle barriere architettoniche, per un investimento di 78.560,00 euro.

Adeguamento sismico teatro comunale

Nel piano delle opere rientra anche l’adeguamento sismico del teatro comunale, dove saranno realizzate strutture metalliche di rinforzo per la maggior resa sismica dell’immobile. L’investimento è pari a 220mila euro, derivanti da contributo regionale integrato con risorse per la ricostruzione post sisma. I lavori, in partenza a giorni, inizieranno dal piano superiore dello stabile, dove è situata la scuola di musica che, durante gli interventi, si trasferirà in via Luglio negli spazi al primo piano, già sede provvisoria della Caserma dei Carabinieri. Il cantiere si sposterà in teatro una volta conclusa la stagione culturale, a partire dalla primavera prossima.

L’arco di villa Canaro

Sono di recente terminati anche i lavori di messa in sicurezza e restauro degli intonaci dell’arco di villa Canaro. L’opera, tra i monumenti simbolo della città, è stata realizzata nel ‘700 e si trova sul percorso che congiunge villa Canaro alla Basilica Minore di San Benedetto Abate. Ha una peculiarità: costruita nel punto in cui la strada flette, le sue facce sono una parallela alla facciata della chiesa ed una parallela alla facciata della villa.

LEGGI ANCHE

Covid, 136 nuovi positivi a Mantova e provincia: la situazione domenica 20 dicembre 2020

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità