Cronaca
Truffe online

Stipula online una polizza assicurativa e un anno dopo scopre che era una truffa

Il tagliando assicurativo appariva regolare ma in realtà...

Stipula online una polizza assicurativa e un anno dopo scopre che era una truffa
Cronaca Mantova, 10 Novembre 2020 ore 14:33

I Carabinieri della Stazione di Asola, a termine di un’articolata attività di indagine, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Mantova due soggetti responsabili, a vario titolo, di truffa ed esercizio abusivo di una professione.

Sito truffa online

Le indagini sono partite a seguito di una denuncia formalizzata, nel mese di maggio 2020, da un cittadino di Asola il quale, volendo risparmiare del denaro, si era rivolto ad un sito internet che offriva assicurazioni a buon mercato per le polizze auto.

Circa un anno dopo aver stipulato on-line una polizza assicurativa RCA per la propria autovettura, si è reso conto di essere stato truffato.
Il malcapitato, infatti, ha effettuato il pagamento di una somma di 500 euro circa sul conto corrente postale intestato ad uno dei malviventi ed ha ricevuto, tramite whatsapp, un tagliando assicurativo apparentemente regolare.
Medesima operazione è stata effettuata allo scadere dei sei mesi, con un altro bonifico, a diverso conto postale, ricevendo sempre tramite whatsapp il tagliando assicurativo.

Ha scoperto che l'assicurazione stipulata era falsa

Il malcapitato, allo scadere del contratto di una anno, si è recato presso un’altra agenzia assicurativa alla ricerca di un preventivo migliore. Qui la brutta sorpresa: la vittima è stata informata che il proprio veicolo era sprovvisto di valida copertura assicurativa da un anno.
Gli accertamenti dei Carabinieri hanno permesso di identificare i due soggetti responsabili della truffa, A.G. 19enne e R.M. 44enne, entrambi residenti nella provincia di Caserta.
Da ulteriori accertamenti espletati dai Carabinieri di Asola, è emerso che i due truffatori sono colpevoli di numerose altre truffe e, pertanto, invitano i cittadini a diffidare da acquisti troppo vantaggiosi sul WEB e di rivolgendosi alle Forze di Polizia in caso di sospetto di truffa o altro.

LEGGI ANCHE:

36enne soccorsa in un B&B con profondi tagli sulle braccia: è giallo su quanto accaduto