Sospetto traffico internazionale di rottami a Serravalle, 6 denunciati

La Polizia ha scoperto un container diretto  in Africa pieno di rottami. 

Sospetto traffico internazionale di rottami a Serravalle, 6 denunciati
Sotto il Po, 09 Dicembre 2019 ore 12:12

Nei giorni scorsi la Polizia stradale e la Polizia Locale hanno denunciato sei persone per sospetto traffico internazionale di rottami. La Polizia ha scoperto un container diretto  in Africa pieno di rottami.

La scoperta della Polstrada e della Polizia locale

A distanza di neanche una settimana dall’ultimo Friday for future, dove numerosissimi giovani e meno giovani sono scesi in piazza per portare l’attenzione cittadina sul cambiamento climatico e sulla necessità di cambiare rotta per la sopravvivenza del pianeta, nel Mantovano si scopre un sospetto traffico internazionale di rottami che lascia sgomenti.

Nei giorni scorsi la Polstrada e la Polizia stradale hanno scoperto a Serravalle Po, nella piccola frazione di Libiola di Serravalle, dei capannoni industriali contenenti rifiuti e rottami di ogni genere: portiere, parafanghi, giocattoli, elettrodomestici rotti, pneumatici usati, motori di auto rottamati. Una vera e propria discarica, completamente illegale e non autorizzata, sorge su un’area che un tempo era un allevamento di polli, parte della quale è anche di proprietà del comune di Serravalle Po.

Rifiuti destinati all’Africa

Oltre alla scoperta di una discarica illegale, gli Agenti mantovani hanno appreso che tali rifiuti venivano caricati su un container diretto in Africa, motivo che porta al sospetto traffico internazionale di rottami e alla denuncia di sei persone. Si tratta di cinque cittadini ghanesi e un cittadino senegalese che sono stati denunciati alla Procura di Mantova per gestione di rifiuti non autorizzata e per traffico ed esportazione illeciti di rifiuti.

Un problema anche comunale

Oltre alle denunce, l’intera area è stata posto sotto sequestro e dovrà essere bonificata. Il problema ricade anche sul comune di Serravalle Po, proprietario di una parte dell’area utilizzata come illegale discarica.

Spetterà ora a Tiberio Capucci, sindco di Serravalle, capire cosa fare e agire in breve tempo.

(In copertina un’immagine di repertorio)

TORNA ALLA HOME

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia