Cronaca
7mila euro di multa

Sorpreso (di nuovo) un lavoratore in nero: concessionaria chiude per la seconda volta

Il titolare dell'attività è stato denunciato dai Carabinieri di Castel d'Ario.

Sorpreso (di nuovo) un lavoratore in nero: concessionaria chiude per la seconda volta
Cronaca Mantova, 28 Ottobre 2021 ore 12:43

Concessionaria di auto nuovamente sospesa per lavoro irregolare: titolare denunciato dai Carabinieri di Castel d'Ario.

Sorpreso (di nuovo) un lavoratore in nero in una concessionaria

I Carabinieri della Stazione di Castel d’Ario insieme a colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro, nel corso di un servizio di controllo diretto a monitorare e contrastare l’impiego di manodopera irregolare, hanno nuovamente sorpreso un lavoratore extracomunitario sprovvisto di regolare contratto di lavoro all’interno di un capannone adibito per la compravendita di autovetture e lavori di carrozzeria.

Già sorpreso un lavoratore irregolare mesi fa

Analoga circostanza si era verificata lo scorso maggio allorquando un lavoratore, oltre a non essere stato formalmente assunto, era peraltro irregolare sul territorio nazionale. Da lì ne era già scaturita
la sospensione dell’attività.
Nel corso dell’ispezione, oltre all’inottemperanza al precedente provvedimento di sospensione, sono state anche contestate violazioni penali in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro ed elevate ulteriori sanzioni amministrative per complessivi 7mila euro.
Sono in corso ulteriori accertamenti sulla liceità e trasparenza del commercio dei veicoli posti in vendita.