Lotta allo spaccio

Scoperto con quasi 700 grammi di hashish nascosti in macchina: in manette 23enne

I sospetti dei Carabinieri mantovani sono stati confermati.

Scoperto con quasi 700 grammi di hashish nascosti in macchina: in manette 23enne
Mantova, 16 Agosto 2020 ore 09:47

Un uomo arrestato e uno denunciato per detenzione e trasporto di un grosso quantitativo di hashish.

23enne trovato con 700 grammi di hashish

Nel corso dei numerosi servizi di controllo del territorio predisposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Mantova per garantire la sicurezza dei giorni a cavallo del ferragosto, i militari della Stazione di Porto Mantovano hanno arrestato un ventitreenne, di origini serbe, sorpreso a trasportare, ben occultata a bordo della propria autovettura, quasi 700 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish, suddivisa in 7 panetti.

Sulle orme di due sospettati

I Carabinieri durante la perlustrazione del territorio di competenza, hanno incrociato un veicolo alla cui guida è stato riconosciuto un soggetto noto agli operanti poiché già oggetto nei giorni precedenti di controlli finalizzati alla ricerca di stupefacenti che, però, nonostante gli elementi acquisiti dai militari, non avevano avuto l’esito sperato. Alla vista del veicolo, gli operanti hanno quindi deciso di verificare ove lo stesso si stesse dirigendo, invertendo la direzione di marcia per seguirlo. L’uomo, accortosi della presenza della pattuglia, ha aumentato notevolmente la velocità dell’autovettura condotta. A questo punto i militari hanno notato che il mezzo veniva tallonato da altro veicolo che teneva lo stesso comportamento sospetto, procedendo a manovre di sorpasso in simultanea al primo. Raggiunte le due autovetture, i Carabinieri si sono così accorti che a guidare il secondo mezzo era un altro soggetto pure sottoposto agli stessi controlli nei giorni precedenti, avvalorando così il sospetto che i due stessero trasportando qualcosa d’illecito, fungendo uno da staffetta dell’altro. Chiesti rinforzi alla Centrale Operativa, i Carabinieri hanno deciso di intimare l’alt e procedere al controllo di entrambe le autovetture, provvedendo subito dopo alla perquisizione dei mezzi e dei relativi conducenti.

Sospetti confermati

Questa volta la tenacia dei militari è stata premiata, fornendo così riscontro agli elementi raccolti nelle precedenti attività info-investigative: nel vano del bagagliaio adibito all’alloggiamento della ruota di scorta del veicolo che seguiva, è stato rinvenuto un sacchetto di plastica contenente 659 grammi di Hashish, suddivisi in sette panetti, ed un bilancino di precisione. Quindi, con l’accusa di trasporto e detenzione ai fini di spaccio, il conducente, ventitreenne residente a Porto Mantovano, è stato dichiarato in arresto. La perquisizione nei confronti dell’altro veicolo e del relativo conducente, italiano 20enne, dava esito negativo, ma la sua posizione in virtù del comportamento tenuto, tipico del ruolo di “staffetta”, e degli ulteriori elementi raccolti dagli operanti, veniva rimessa all’attenzione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Mantova. Il giovane arrestato, espletate le formalità di rito, su disposizione del Magistrato di Turno è stato condotto presso la casa circondariale di Mantova. Lo stupefacente e il bilancino di precisione sono stati sottoposti a sequestro e messi a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

LEGGI ANCHE: Tragedia sulla Milano – Mantova: 34enne alla guida di un’auto investita dal treno

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia