DALL'ASST MANTOVA

Sanificazione straordinaria delle aree a rischio, a Pieve tamponi davanti all’ospedale

In un prefabbricato fuori dall'ospedale verranno effettuati tamponi ai non ricoverati.

Sanificazione straordinaria delle aree a rischio, a Pieve tamponi davanti all’ospedale
Cronaca Mantova, 05 Aprile 2020 ore 09:11

Covid, continua la sanificazione delle aree a rischio. Previsti trattamenti in tutti i presidi. Via a un protocollo per prevenire le complicanze. A Pieve tamponi in un prefabbricato davanti all’ospedale

Sanificazione straordinaria

Continua l’attività di sanificazione straordinaria in azienda per prevenire la diffusione del Coronavirus. Ieri un intervento di pulizia profonda ha interessato l’Osservazione Breve del Pronto Soccorso di Mantova. La settimana prossima toccherà alla ex Chirurgia dell’ospedale di Asola.
È in corso, inoltre, la sanificazione con ozono nelle cucine di Mantova e Pieve di Coriano. La Direzione Strategica ha infine definito, a maggiore garanzia di sicurezza degli ambienti, un trattamento integrativo con perossido di idrogeno per le aree a rischio di tutti i presidi ospedalieri aziendali e delle sedi territoriali. L’acquisizione delle attrezzature per eseguire questo intervento è già stata autorizzata.

Protocollo trombosi ed embolie

Sulla base dei riscontri autoptici e della letteratura finora esistente sul Covid-19, gli specialisti dell’ASST hanno introdotto un ulteriore protocollo terapeutico condiviso con altri centri lombardi e nazionali. Frutto della collaborazione tra le strutture di Chirurgia Vascolare, Pneumologia, Malattie Infettive, Terapia Intensiva e Pronto Soccorso, il documento prevede un dosaggio integrativo di anticoagulanti – l’eparina – per la profilassi di trombosi ed embolie che si possono manifestare come complicanze nei pazienti colpiti da Covid.

Tamponi per i pazienti non ricoverati

Dopo l’ospedale di Mantova, è partita ieri, 04 aprile 2020, anche a Pieve di Coriano l’esecuzione del test Covid-19 per i pazienti non ricoverati. L’attività si svolge in un prefabbricato montato dalla Protezione Civile nel parcheggio antistante l’ospedale.

LEGGI ANCHE: I tamponi nelle RSA per operatori e ospiti: i chiarimenti di ATS Val Padana

Attrezzatura per Suzzara

Nella giornata di ieri sono state trasferite all’ospedale di Suzzara varie attrezzature: 2 ventilatori per ventilazione invasiva e non invasiva destinati al reparto di Rianimazione, 2 umidificatori con relative sonde di temperatura, 10 kit per umidificatore.

Il saluto della protezione civile

Dopo l’applauso dei vigili del fuoco davanti all’ospedale di Mantova, ieri sera è stata la volta della Protezione Civile, che si è schierata per un saluto e l’intonazione dell’inno nazionale davanti agli ospedali di Asola, Bozzolo e Borgo Mantovano. Un segno di incoraggiamento rivolto a tutto il personale impegnato nelle cure.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità