Ricatto a luci rosse per un medico del Poma

Ripreso in segreto mentre praticava sesso online, è cominciato l’incubo dei ricatti per lo stimato medico mantovano.

Ricatto a luci rosse per un medico del Poma
Mantova, 27 Febbraio 2018 ore 15:53

Ricatto a luci rosse ai danni di un medico del Poma.

Ricatto a luci rosse per un medico

Tutto è accaduto nel giro di poche settimane. Una ragazza funge da esca, e attraverso un falso profilo, chiede l’amicizia su Facebook. Poi, a poco a poco, si comincia a chattare, a raccontarsi, a chiedere particolari sempre più intimi.

Video su YouTube

E così anche l’irreprensibile professionista ha allentato i freni inibitori e ha iniziato ad esibirsi in una performance di sesso virtuale via Skype. Senza sapere, ovviamente, di essere registrato.

Il ricatto

La ragazza poi esce allo scoperto dicendo di aver pubblicato il video on line e che lo stesso verrà fatto vedere a tutti i suoi contatti Facebook. Se non vuole che ciò accada dovrà pagare la somma di 2.000 euro.

La denuncia

Così l’uomo paga una prima volta, poi una seconda ed una terza. Fino a quando esasperato decide di rivolgersi alla polizia. Ora i ricatti sono finiti, ma rimarrà comunque il ricordo di una brutta esperienza.

Ricattatrice sparita

Il video attualmente è stato oscurato e sono stati eliminati gli account di Facebook e Skype. Della ricattatrice, ovviamente, non vi è più alcuna traccia.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia