Elezioni Mantova

Renzi a Mantova: “Se non volete morire grillini né leghisti l’unica alternativa è Italia Viva con Palazzi” | ELEZIONI MANTOVA 2020

Si è tenuto ieri pomeriggio l'incontro con l'ex premier.

Renzi a Mantova: “Se non volete morire grillini né leghisti l’unica alternativa è Italia Viva con Palazzi” | ELEZIONI MANTOVA 2020
Mantova, 10 Settembre 2020 ore 10:36

Si è tenuto ieri pomeriggio l’intervento di Matteo Renzi al teatro al teatro Bibiena di Mantova a sostegno del candidato sindaco Mattia Palazzi, presente insieme alla ministra mantovana Elena Bonetti e al deputato Matteo Colaninno.

(In copertina immagine tratta dalla pagina facebook di Italia Viva Mantova)

Le parole di Renzi

Parla per ultimo l’ex premier di Italia Viva, dando la precedenza a Palazzi, Bonetti e Colaninno.

Italia Viva è una start up che vuole puntare a dire “fare politica in tempi di populismo è possibile”. Mattia Palazzi ha provato a cambiare le cose e in molti casi ce l’ha fatta, ad esempio con la capitale italiana della cultura, e abbiamo rilanciato tanti eventi per rilanciare le grandi città culturali del passato perché hanno tanta bellezza da dire e da fare ancora oggi. Una cosa si fa non se piace (come fanno i populisti) ma se serve ed è importante. Italia Viva sta qui per dire che noi siamo in quelli che credono nelle cose serie e non nelle pagliacciate. Ce la faremo? Dipende da noi. La storia di questi anni dice che abbiamo guardato poco i sondaggi per dare una visione e un orizzonte al paese”.

Poi Renzi tocca il tema del reddito di cittadinanza, strappando un grande applauso alla platea ma chiede: “Non dateci ragione, dateci il voto se volete che queste idee le si possano portare avanti.”

“Il Coronavirus ci ha portato a ripensare a noi stessi. Andrà tutto bene sì, ma solo se facciamo le cose giuste. La pandemia è un assist alla politica perché ci sono i morti. C’è chi è morto 6 mesi fa senza poter salutare i propri cari, non dimentichiamo i volti di chi ci ha lasciato e i mezzi militari che lasciano Bergamo. Ora dobbiamo essere prudenti e stare attenti non vivere di baggianate: c’è un tema vero che esiste anche se fa meno danni di prima. Dobbiamo essere capaci di combattere contro il Coronavirus e investire in sanità per far fronte a tutte le altre malattie che generano centinaia di morti ogni giorno.

Nei prossimi 10 mesi, dal punto di vista occupazionale, sarà più dura di oggi. Ma se riusciamo ad impostare bene il lavoro abbiamo davanti a noi 10 anni in cui l’Italia può tornare a crescere molto. E’ una gara che sarà o bene bene o male male.

Il ricordo della caduta del Governo di Salvini

“Tutto questo giustifica il nostro lavoro di agosto 2019. Quando Salvini si è presentato in mutande chiedendo i pieni poteri aveva un disegno che perseguiva con la Meloni per avere la maggioranza assoluta per fare il presidente del Consiglio dei Ministri e rendere percorribile quel disegno per portare l’Italia fuori dall’euro. Quando io ho visto quel disegno ho pensato che la politica non si fa non il risentimento ma con il sentimento, ho visto un film che non mi piaceva e lì abbiamo iniziato a mettere in campo qualcosa. Non abbiamo fatto tutto da soli eh, è Di Maio che è cambiato. E ora c’è il tema della possibilità e della potenzialità. “

Palazzi ha dato speranza a Mantova

“Non siamo impregnati di umanità e di umanesimo: città come Mantova e Firenze sono fatte così. Nel 2015 a Mantova c’era un grande senso di sfiducia. Mantova è molto più grande di Mattia Palazzi, ma i sindaci sono persone che possono costruire un clima. Per questo è bello vedere Mattia all’opera, perché dà il senso della voglia di continuare a camminare insieme. La storia di Mantova è la dimostrazione che il tempo è galantuomo e ha dimostrato che quando si cerca di ammazzare un politico (metaforicamente) come Mattia, lui ha resistito e ha sentito la città e ce l’ha fatta. I cittadini sono importanti per i loro amministratori perché gli ricordano chi è.

Mantova non è bella perché c’è il teatro, la storia, il festival, i soldi che il sindaco ha strappato al Governo: è bella perché è la vostra città. Per questo siete voi a dover spiegare perché votate Italia Viva. Perché Italia Viva ha mandato a casa Salvini ma è l’unico partito che non vuole morire grillino.

Se non volete morire grillini, se non volete morire leghisti, avete solo un’alternativa: Italia Viva.

 

"Il meglio deve ancora venire". Grazie a Matteo Renzi: come sempre le sue parole ci ispirano e ci danno la carica.Sono…

Pubblicato da Italia Viva Mantova su Mercoledì 9 settembre 2020

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia