Cronaca
Mantova

Proprietario di 143 veicoli denunciato per truffa ai danni dello Stato

L’indagine ha avuto inizio da un controllo di routine eseguito da una pattuglia sull’autostrada A22.

Proprietario di 143 veicoli denunciato per truffa ai danni dello Stato
Cronaca Mantova, 28 Novembre 2021 ore 09:15

Mantovano denunciato per truffa ai danni dello Stato: era intestatario di 143 veicoli.

Proprietario di 143 veicoli denunciato per truffa

Un mantovano, residente nell’ hinterland cittadino, aveva 143 veicoli fittiziamente intestati, a scoprirlo è stata la Polizia Stradale di Mantova che lo ha denunciato per i reati di truffa ai danni dello Stato e falsità ideologica.

Il controllo sulla A22

L’indagine ha avuto inizio da un controllo di routine eseguito da una pattuglia sull’autostrada A22; il proprietario dell’auto fermata, persona diversa da quella che si trovava alla guida, risultava intestatario di oltre 100 mezzi di trasporto, tra auto e moto.

Le indagini

Gli Uomini e le Donne della Polizia Stradale di Mantova, diretti dal Comandante Dott.ssa Laura Patrizi, hanno così avviato una serie di accertamenti sui veicoli in questione. E’ stato accertato che i mezzi circolavano in varie parti d’Italia ed erano spesso guidati da conducenti ben noti alle Forze dell’Ordine e che in molti casi venivano utilizzati per commettere reati di furto, rapina e truffe ai danni di anziani.

I veicoli in argomento risultavano anche segnalati per numerosissime infrazioni al Codice della Strada, con multe per un importo di oltre 300mila euro.

Mezzi radiati d'ufficio

A carico del soggetto l’Autorità Giudiziaria ha disposto il blocco delle intestazione dei veicoli che non consentirà più la vendita di ulteriori autovetture e soprattutto ha permesso alla Polizia Stradale di richiedere alla Motorizzazione Civile la radiazione d’ufficio dei mezzi. Quindi, da oggi, ogni volta che uno di questi veicoli incapperà in un controllo da parte delle forze di Polizia, verrà sequestrato ai fini di confisca ed il conducente sarà sanzionato con una contravvenzione che va da 421 a 1691 euro.