lunga fedina penale sporca

Pregiudicato di Curtatone bandito dai locali di Mantova dopo aver minacciato la Polizia

Non potrà entrare in alcun locale della città per due anni e dovrà pagare una multa per aver bestemmiato in luogo pubblico.

Pregiudicato di Curtatone bandito dai locali di Mantova dopo aver minacciato la Polizia
Cronaca Mantova, 06 Agosto 2021 ore 10:27

Minaccia gli Agenti di Polizia durante un controllo in un bar del centro di Mantova: il Questore dispone il divieto di accesso ad esercizi pubblici di tutta la Provincia.

Pregiudicato di Curtatone bandito dai locali di Mantova

Nella giornata di ieri, 5 luglio 2021, il Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori ha emesso un Decreto di Divieto di Accesso – per la durata di 2 anni, e con efficacia nell’intero territorio della Provincia di Mantova – ad ogni tipologia di locale definito dalla Legge come Esercizio Pubblico (bar, ristoranti, sale da gioco, locali notturni, ecc.) nei confronti di tale S. S., un 54enne pluripregiudicato mantovano residente a Curtatone con a proprio carico precedenti per reati da varia natura e gravità, quali truffa, violenza minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale, millantato credito, rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità personale, procurato allarme presso le Autorità, porto abusivo d’armi, furto, fuga a seguito di incidente stradale con feriti e violazione degli obblighi familiari.

Giorni fa minacciò la Polizia

L'uomo alcuni giorni fa durante un normale controllo di identificazione da parte degli Agenti della Squadra “Volante” nelle pertinenze di un Bar del Centro storico, si è rivolto ad essi con tono provocatorio e minaccioso mentre era intento a discutere ad alta voce con altre persone sedute al tavolino posto nel plateatico del locale urlando, inoltre, frasi oltraggiose e bestemmie.
S. S. – già sanzionato, inoltre, nello scorso mese di gennaio per non aver ottemperato alle normative governative emanate per il contrasto della pandemia da COVID-19, assieme ad altri avventori ed al titolare del Ristorante dove si era verificato l’episodio che aveva portato alla chiusura del locale per 5 giorni – è stato, pertanto, accompagnato dalla “Volante” negli Uffici di Piazza Sordello, dove, peraltro, ha continuato a mantenere un atteggiamento minaccioso e non collaborativo, millantando “conoscenze in alto” che avrebbero messo in difficoltà i poliziotti stessi.

Denunciato alla Procura per minaccia a Pubblico ufficiale

In considerazione di quanto accaduto, quindi, gli Agenti hanno proceduto a denunciare S. S. alla Procura della Repubblica di Mantova per i reati di minaccia a Pubblico Ufficiale, nonché a sanzionarlo amministrativamente per aver bestemmiato in luogo pubblico.
Il Questore Sartori, infine, ha emesso nei confronti di costui, come si è detto, un Decreto che gli vieta di avvicinarsi e di fare ingresso in qualsiasi tipo di Locale Pubblico della nostra Provincia per la durata di 2 anni, nonché un avviso orale (Misura di Prevenzione Personale prevista dal Codice delle leggi Antimafia).
Tale provvedimento rientra nei c.d. “Decreti Sicurezza” emanati al fine di garantire più efficaci strumenti di prevenzione a tutela dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica, ed attribuiscono al Questore – nella sua qualità di Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza – la potestà di vietare l’accesso ad uno o più Edifici e/o Esercizi Pubblici della Provincia a soggetti che si siano resi responsabili di comportamenti illegali.
Nell’ipotesi che S.S. non rispetti la Misura di Prevenzione alla quale è stato sottoposto, egli verrà punito con la reclusione da 6 mesi a 2 anni e con la multa da 8.000 a 20.000 euro.