il caso

Posto di blocco (e multa) oltre il confine: due vigili nei guai

Avrebbero fermato un uomo in stato di ebbrezza fuori dal territorio di loro competenza.

Posto di blocco (e multa) oltre il confine: due vigili nei guai
Alto Mantovano, 12 Ottobre 2020 ore 10:18

Avrebbero fermato un uomo in stato di ebbrezza fuori dal territorio di loro competenza e questo potrebbe costar loro parecchio, visto che ora dovranno rispondere davanti al gip all’incredibile accusa di abuso e falso in atto pubblico.

Come riportano i colleghi di Prima Brescia, nei prossimi mesi si saprà se due vigili, in servizio lo scorso anno a Montichiari, dovranno subire un processo penale per una bizzarra vicenda avvenuta sulla strada che da Montichiari conduce a Castiglione delle Stiviere e che è ora sede d’indagine, con l’udienza davanti a Gip fissata per febbraio 2021.

Il fatto risale a settembre 2019

Si tratta di una contravvenzione per guida in stato di ebbrezza comminata a settembre 2019 a un 45enne di Carpenedolo (Bs) lungo la Tangenziale che da Montichiari porta a Castiglione delle Stiviere. Non una strada qualsiasi, perchè Montichiari e Castiglione delle Stiviere rappresentano due province distinte: Brescia e Mantova.

Questione geografica

E’ proprio sulla questione geografica che si basa il ricorso dell’uomo, che ha impugnato il provvedimento e spinto la Procura di Brescia ad aprire un fascicolo: il posto di blocco si sarebbe tenuto oltre il confine, quindi in territorio mantovano e fuori dalle competenze dei due agenti ora indagati.

Parola al Gip: l’accusa è incredibile

Per quello che è difficile pensare come un reato, ora i due dovranno rispondere di abuso e falso in atto pubblico: a febbraio la decisione del Giudice per le Indagini Preliminari se aprire o meno il processo penale.

Ubriaco aggredisce la moglie e cerca di rubare la pistola a un militare, che lo arresta

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia