INCREDIBILE (MA VERO)

Positivi al Covid “beccati” mentre facevano la spesa e operai al lavoro nonostante l’isolamento: ecco perchè siamo zona rossa

Per non parlare del festino pre-lockdonw organizzato da 4 ragazzi.

Positivi al Covid “beccati” mentre facevano la spesa e operai al lavoro nonostante l’isolamento: ecco perchè siamo zona rossa
Sotto il Po, 06 Novembre 2020 ore 10:57

Grazie ai controlli posti in essere dai Carabinieri sul rispetto delle norme per prevenire il contagio da Covid-19, è stato possibile individuare due positivi che si trovavano a fare tranquillamente la spesa nonostante l’obbligo di rimanere a casa, due operai impiegati in un cantiere quando dovevano rimanere presso il proprio domicilio ad attendere il tampone, e quattro ragazzi che hanno pensato bene di “divertirsi insieme” con un po’ di droga alla vigilia del lockdown. Fatti gravi, gesti incoscienti che ancora una volta affermano come per l’irresponsabilità di alcuni ci rimettano tutti. Ed è per questo che la Lombardia è zona rossa.

(In copertina immagine di repertorio).

I controlli dei Carabinieri

Nella giornata di ieri, 5 novembre 2020, i Carabinieri della Compagnia di Gonzaga, nell’ambito di servizio coordinato dal Comando Provinciale Carabinieri di Mantova, al fine di fronteggiare il contagio nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da Covid 19, di concerto con personale dell’ATS Valpadana, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria 4 persone per violazione delle norme sul contenimento della diffusione del Covid 19 e del Testo Unico Leggi Sanitarie.

Positivi al Covid beccati al supermercato

Due di queste, già riscontrate positive al Covid-19, sono state sorprese all’interno di un supermercato di Gonzaga mentre effettuavano acquisti, infrangendo l’obbligo di restare in quarantena presso la propria abitazione.

Scoperti al lavoro durante l’attesa per il tampone

A Poggio Rusco, all’interno di un cantiere edile, i Carabinieri hanno identificato due operai con l’obbligo di permanenza domiciliare, in attesa degli esiti del tampone, poiché erano venuti a contatto con persona positiva al coronavirus.

Scoperti durante un festino pre-lockdown a base di coca e hashish

A margine deli controlli sul rispetto della normativa per prevenire il contagio dal virus, una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Ostiglia, durante servizio serale di controllo del territorio, ha sorpreso, nei pressi del campo sportivo, quattro ragazzi intenti a festeggiare la vigilia del lockdown con un cocktail di cocaina e hashish, in modica quantità detenuta illegalmente per uso personale. I quattro sono stati segnalati alla Prefettura di Mantova per i provvedimenti del caso.

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, 6.442 positivi: la situazione a Mantova e provincia venerdì 6 novembre 2020

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Spesa, parrucchiere, cimiteri e molto altro: più di 30 domande e risposte sulla zona rossa

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia